Economia

Strisce blu: "Chi sfora l'orario non paghi la multa, ma la differenza"

Così il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, a seguito di un'interrogazione parlamentare: "Non si viola il codice quindi niente multa ma va saldata la differenza!"

Pioggia di ricorsi dietro l'angolo per tutti i bresciani che hanno pagato multe salate sulle strisce blu. Un'affermazione del ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, apre infatti nuovi scenari: "Sosta su strisce blu oltre l'orario pagato: non si viola il codice quindi niente multa ma va saldata la differenza!".

Sulla vicenda, che arriva nei giorni dello scandalo del finti autovelox, è intervenuto in aula il sottosegretario Umberto Del Basso De Caro, a seguito di un'interrogazione parlamentare posta al ministro. Il sottosegretario, scrive Lupi sul suo sito internet, ha fatto "chiarezza sui dubbi interpretativi sollevati da molti Comuni e su una presunta, ma inesistente, divergenza tra il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e il ministero dell'Interno".

"Il ministero dei Trasporti - scrive Lupi - ha ripetutamente espresso nel tempo il parere che, nel caso di sosta illimitata tariffata, il pagamento in misura insufficiente non costituisca violazione di una norma di comportamento, ma configuri unicamente una inadempienza contrattuale. Quindi, nei casi di pagamenti in misura insufficiente, l'inadempienza implica il saldo della tariffa non corrisposta".


Niente multa quindi perché "in materia di sosta, gli unici obblighi previsti dal Codice sono quelli indicati dall' articolo 157, comma 6, e precisamente l'obbligo di segnalare in modo chiaramente visibile l'orario di inizio della sosta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strisce blu: "Chi sfora l'orario non paghi la multa, ma la differenza"

BresciaToday è in caricamento