Speciale Matrimonio & Crisi, sono i bresciani gli invitati di nozze più generosi d'Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Siete stati invitati a un matrimonio e non sapete quanto regalare agli sposi? Se vi può consolare, non siete i soli: inserendo in Google 'quanto spendere per...' il primo risultato è proprio relativo ai regali di nozze, sfera in cui negli ultimi anni i tradizionali oggetti per la casa sono stati sostituiti da più comode quote libere, spesso versate dall'invitato come contributo per il viaggio. La lista di nozze soldi sul conto è infatti il modello più comodo per tutti, che permette agli invitati di evitare maratone nei negozi alla ricerca del regalo perfetto, ammesso che esista, ed agli sposi di ricevere sul conto comode somme da gestire poi come vorranno.

Già ma il problema persiste: quanto mettere nella bustina per gli sposi, sia essa consegnata a mano pochi giorni prima del lieto evento, o virtualmente tramite bonifico sul loro conto o wedding site?

Di recente la lista nozze online Zankyou.com ha stilato una classifica mondiale, analizzando i regali di nozze ricevuti da un campione di 18.400 coppie di futuri sposi di età compresa tra i 25 e 35 anni. L'indagine, realizzata in 20 Paesi, ha considerato un totale di 300.000 regali gestiti nel 2013, rilevando che l'Italia è il secondo Paese più spendaccione del mondo, con Brescia in testa.

Nonostante la crisi economica, stupisce il fatto che gli invitati di nozze spagnoli siano i più spendaccioni del mondo, con un regalo medio del valore di 267 euro spesi nel 2013. Subito dopo troviamo appunto noi italiani, che quando siamo invitati ad un matrimonio spendiamo in media 232 euro per gli sposi.

Seguono Austria e Portogallo, dove un ospite in media sborsa rispettivamente 184 e 172 euro, e Germania e Francia a parimerito con 143 euro versati in busta. Oltreoceano, gli invitati di nozze americani confermano la tendenza emersa da uno studio precedente condotto da Zankyou, limitando anno dopo anno le spese: se nel 2009 gli ospiti statunitensi spendevano in media 225 euro per regalo, nel 2010 non superano i 170 euro, fino ai 122 euro durante gli ultimi 12 mesi, marcando così una netta caduta del valore del regalo offerto in vista di un matrimonio. In coda alla classifica troviamo i brasiliani che offrono ai futuri sposini un regalo del valore di 76 euro, mentre gli invitati di nozze olandesi si piazzano come i più taccagni del mondo con un regalo medio di 71 euro.

Analizzando la situazione all'interno di ogni Paese, i più spendaccioni d'Italia sono i bresciani, che spendono in media 296 euro, seguiti dagli abitanti di Verona e Bergamo con 294 e 290 euro.

Seguono Reggio Calabria con 289 euro e Napoli con 286 euro, e con quasi 20 euro in meno Bari, dove un invitato di nozze non sborsa più di 268 euro per partecipare a un matrimonio. A caduta libera Palermo, che lo scorso anno si classificava in testa alla top10 delle città più spendaccione d'Italia per quanto riguarda i regali nuziali, che da 277 euro passa a 244 euro. Praticamente a parimerito Milano e Roma con 249 e 247 euro, mentre precipitano in coda alla classifica Venezia e Torino, con 204 e 202 euro di dono medio.

Torna su
BresciaToday è in caricamento