Via libera alla cittadella dello shopping da 60 negozi

Il consiglio comunale di Sirmione ha definitivamente approvato il progetto della Colombarola, alla periferia del paese: più di 9000 metri quadri di superficie calpestabile anche su più piani, e spazio a circa 60 negozi di vicinato

Il consiglio comunale di Sirmione ha approvato in via definitiva il progetto edilizio della Colombarola, un’area vasta da 2500 metri quadri su cui dovrebbe svilupparsi una vera e propria ‘cittadella dello shopping’, 60 negozi da 150 metri quadri l’uno anche su più piani, ciascuno con proprio ingresso e propri servizi, senza galleria comune.

Una superficie calpestabile complessiva che dovrebbe superare i 9000 metri quadrati, ma non sarà un centro commerciale vero e proprio: un’ipotesi che aveva scatenato le proteste dei commercianti del paese, con tanto di raccolta firme e ricorso al Tar da parte del Comune.

Alla periferia di Sirmione sorgeranno infatti una sessantina di cosiddetti ‘negozi di vicinato’, in altre parole saranno botteghe, ance il mercato di questi tempi non sorride, a Brescia in un solo anno ne sono state chiuse circa 600.

Numerose le osservazioni presentate al progetto, in tutto 27 ma che punto per punto sono addirittura 41: molte di queste sono state accolte, tra le tante anche una limitazione all’altezza massima del fabbricato – fissata in 11 metri - , una più vasta area verde di mitigazione, luci a Led e spazi per la mobilità sostenibile, parcheggi per biciclette e fermata del bus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento