menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due giorni di sciopero Ryanair: coinvolti 4 Stati, centinaia di voli a rischio

Conseguente negative saranno registrate in tutta Europa

Sciopero in vista per il personale Ryanair. I sindacati dei quattro paesi europei, Belgio, Italia, Portogallo e Spagna, che hanno proclamato lo sciopero del personale Ryanair si aspettano una partecipazione massiccia, tra i 4 e 5mila lavoratori, coinvolgendo così centinaia di voli che resterebbero a terra. Conseguente negative saranno registrate così in buona parte delle 86 basi in 21 Stati. 

I giorni interessati sono il 25, per l'Italia, e il 26 luglio, per gli altri stati. Per il 12 luglio era già stato annunciato lo stop dei piloti basati in Irlanda. Come aveva anticipato in data 3 luglio lo ‘Sportello dei Diritti’ e ripreso dai media nazionali, la motivazione della protesta è “la richiesta di migliori condizioni di lavoro, il rispetto dei diritti per gli assunti di ciascuno Stato in cui opera la compagnia aerea e l’avvio di un tavolo per la negoziazione di un accordo collettivo”. 

L'azienda respinge le critiche e spiega che “le condizioni di lavoro dei dipendenti sono già tra le migliori del settore”. Per Giovanni D'Agata, presidente dello ‘Sportello dei Diritti’, si tratta di “una vera e propria dichiarazione di guerra”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento