Legge di Stabilità: sciopero generale CGIL venerdì 5 dicembre

La mobilitazione generale di 8 ore decisa nel corso del Comitato Direttivo Nazionale. Susanna Camusso si auspica ora l'adesione di Cisl e Uil

Otto ore di sciopero generale per venerdì 5 dicembre con manifestazioni a livello territoriale contro la Legge di Stabilità e il Jobs Act.

E' quanto deciso dalla Segreteria della CGIL a Roma nel corso del Comitato Direttivo Nazionale. A riferirlo è lo stesso segretario generale della CGIL, Susanna Camusso, auspicando che Cisl e Uil "convergano" sulla decisione di una mobilitazione generale.

"La decisione - ha spiegato Camusso - parte dalla valutazione della grande mobilitazione del 25 ottobre e dell'8 novembre con le categorie pubbliche e dalla richiesta venuta da quella piazza, dalla volontà che abbiamo di salvaguardare tutti i punti di iniziative unitarie in atto, a partire dalla decisione di sciopero verso cui vanno le categorie della scuola e del pubblico impiego".

La convocazione da parte del ministro della funzione pubblica, Marianna Madia, per il 17 novembre, "non cambia la situazione" dal momento che - sempre secondo il leader della Cgil - "il Governo non ha intenzione di cambiare in modo strutturale la Legge di Stabilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento