Concordato preventivo per salvare l'azienda: una svendita da 13 milioni

Il gruppo Agricar di San Zeno Naviglio mette in vendita i suoi gioielli immobiliari, la conseguenza del concordato preventivo per salvare la società: in tutto capannoni e negozi per 13 milioni di euro

La lista della spesa arriva a sfiorare i 13 milioni di euro. Il lungo elenco comprende gli immobili del gruppo Agricar con sede a San Zeno Naviglio, la concessionaria bresciana – occupa una quarantina di dipendenti – su cui ora pende un concordato preventivo che prevede appunto la cessione di tutti i beni aziendali, immobili compresi.

Sono tre i lotti messi all'asta, al rialzo, e per cui è possibile presentare un'offerta entro e non oltre il 31 dicembre: tutti insieme valgono più di 12 milioni e 700mila euro, per circa 15mila metri quadrati di superficie complessiva.

Ecco i dettagli. Proprio a San Zeno l'affare più importante: un complesso industriale compreso tra Via Diaz e Via IV Novembre, proprio di fronte alla storica concessionaria Agricar. La superficie e i fabbricati già esistenti valgono in tutto poco più di 8 milioni di euro. 

Ancora a Brescia un negozio da poco meno di 180 metri quadri: locato in Via Trieste vale circa 620mila euro. In ultimo un complesso immobiliare in territorio di Piacenza: base d'asta fissata in 4 milioni di euro, area complessiva da 4400 metri quadrati. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento