Martedì, 18 Maggio 2021
Economia

Emergenza Covid: sì a sconti e promozioni un mese prima dei saldi estivi

Dal 1° di luglio cade il divieto di vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti i saldi estivi, che inizieranno ufficialmente il 1° di agosto

I saldi estivi in Italia partiranno il 1° di agosto, ma in Lombardia le vendite promozionali potranno avvenire anche nei 30 giorni precedenti i saldi estivi. È la decisione che la Giunta regionale, su proposta dell'assessore allo Sviluppo Economico Alessandro Mattinzoli, ha assunto martedì approvando una specifica delibera che regolamenta questo tipo di attività.

L'eliminazione del divieto di vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti i saldi estivi è un aiuto che la Giunta Fontana ha deciso di concedere alle attività di commercio al dettaglio, proprio perché chiuse a causa dell'emergenza epidemiologica, nei mesi in cui avrebbero potuto effettuare la vendita dei prodotti a prezzo pieno. 

Per quanto riguarda la variazione della data dei saldi al 1° di agosto, la Regione fa riferimento alla decisione assunta dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome nella seduta del 7 maggio. La data dei saldi estivi sarà, pertanto, variata solo per l'anno 2020 in tutta Italia.

La decisione della Giunta Fontana, tuttavia, di fatto va contro l'accordo unanime tra tutte le regioni italiane, raggiunto con il plauso anche di Federazione Moda Italia e di Confcommercio, per un'omogenea applicazione della stessa data su tutto il territorio nazionale, fissata appunto al 1° di agosto. Togliendo il divieto di vendite promozionali, in Lombardia inizieranno - se pure non ufficialmente - 30 giorni prima. Una sorta di concorrenza sleale, a cui presto i nostri 'vicini' non tarderanno a rispondere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Covid: sì a sconti e promozioni un mese prima dei saldi estivi

BresciaToday è in caricamento