menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Debiti per 90 milioni e stipendi non pagati: dopo 4 anni fallisce l'azienda

A quattro anni e mezzo dall'avvio della procedura di concordato preventivo è ufficialmente fallita la Pama Prefabbricati di Rezzato: nel 2011 impiegava 100 lavoratori. E' la prima azienda fallita del 2016

Il Tribunale di Brescia si è pronunciato il 30 dicembre, la sentenza è stata pubblicata (e timbrata) il 4 gennaio: la Pama Prefabbricati Spa è ufficialmente fallita. Per l'azienda di Rezzato la conclusione purtroppo annunciata di un'amara odissea, lunga quasi cinque anni. Nel bresciano è il primo fallimento del 2016.

Era il 2011 infatti quando venne avviata la procedura di concordato preventivo: nell'estate di quell'anno la società venne messa in liquidazione, beni e proprietà messi in vendita per coprire i debiti. I capannoni, i residui e i macchinari dello stabilimento di Rezzato, in Via Giovanni XXIII, nel 2012 erano stati stimati in 23 milioni di euro.

Il passivo - ancora nel 2011 - era stato stimato in circa 90 milioni di euro: il Comitato di creditori, nominato ancora dal Tribunale di Brescia, era composta da Unicredit, Ferriere Valsabbia e Leali Spa. Alla fine dello scorso anno il Tribunale ha accolto il ricorso di alcuni creditori, sentenziandone il fallimento.


Senza futuro gli operai dell'azienda. Ancora nel 2011 lamentavano i mancati pagamenti delle ultime mensilità. In tutto erano circa un centinaio i lavoratori direttamente impiegati dalla Pama Prefabbricati, 150 considerato l'indotto. La cassa integrazione straordinaria è scaduta nel 2012: da allora, il vuoto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento