Economia

Rilancio mancato, azienda nel baratro: un altro fallimento bresciano

Come un macigno la sentenza del Tribunale di Brescia: la Rexnova di Calcinato è fallita. Nel 2014 un rosso da 1 milione e mezzo di euro, solo un anno prima aveva tentato la ‘scalata’ al gruppo Imar

Foto d'archivio

A colpi di crisi cade un’altra azienda bresciana. Si tratta della Rexnova di Calcinato, la stessa che era subentrata al gruppo Imar – sempre di Calcinato – nel settore delle caldaie e dei prodotti termo-sanitari. Un destino purtroppo segnato, e un Natale da incubo per la ventina di dipendenti ancora impegnati nello stabilimento.

Una storia lunga: la Rexnova operava nella fabbrica di proprietà del gruppo Imar, fallito nel 2013 con 84 dipendenti e che da allora aveva dato in affitto – alla Rexnova appunto – un ramo d’azienda e con l’intenzione di assorbire un po’ alla volta tutti i lavoratori.

L’accordo era stato firmato da Fim e Uilm, che addirittura avevano proposto una prospettiva da azionisti ai dipendenti, con la possibilità di versare da 1000 a 5000 euro direttamente dal Tfr nel capitale della nuova azienda. Gli operai della Fiom si erano invece rifiutati di firmare.

In meno di due anni la Rexnova è fallita: solo nel 2014 il rosso accertato è arrivato a sfiorare il milione e mezzo di euro. Come un macigno, la sentenza di fallimento: il 19 dicembre scorso. Adesso della società se ne occupa il Tribunale di Brescia, prima udienza dei creditori fissata in primavera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rilancio mancato, azienda nel baratro: un altro fallimento bresciano

BresciaToday è in caricamento