Morto l'imprenditore Renato Martinelli: ucciso in tre mesi dalla malattia

Saranno celebrati mercoledì pomeriggio i funerali di Renato Martinelli, storico patron della Omkafè: lo piangono la moglie e i figli

La sede della Omkafè di Riva del Garda

In sua memoria una citazione di Hermann Hesse: “La vita di un uomo puro e generoso è sempre una cosa sacra e miracolosa”. I familiari hanno voluto ricordarlo così, con questa frase: si è spento a Riva del Garda, all'età di 78 anni, il noto imprenditore Renato Martinelli, storico patron dell'azienda Omkafè, operativa dal lontano 1947. Solo tre mesi fa gli era stata diagnosticata una malattia terribile, che purtroppo non gli ha lasciato scampo.

Lo piangono la moglie Chiara e i figli Lorenzo, Camilla, Giovanni e Linda: i funerali saranno celebrati mercoledì pomeriggio, dalle 14.30 nella chiesa arcipretale di Riva. Proprio da qui tutto era cominciato, più di 70 anni fa: a fondare l'azienda, anzi la prima “Casa del Caffè”, sono i genitori di Renato e Remo: Ottorino Martinelli e la moglie Maria.

La grande storia di un'azienda di famiglia

In quegli anni Ottorino compone e tosta le sue miscele, consegnando il caffè nei paesi e nelle valli vicine con la bicicletta. Solo pochi anni più tardi saranno i figli a proseguire lungo il solco tracciato dai genitori. E' con la gestione di Renato, in pensione ormai da qualche anno, che l'azienda diventa grande, si fa conoscere in tutto il lago di Garda, il Trentino, la Lombardia, il Veneto. Nel 2009 è stato inaugurato anche il nuovo centro produttivo e logistico di Arco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Martinelli era un uomo di mondo, amava la vita ed era davvero generoso. Ma soprattutto amava la sua città: negli anni e nei decenni ha sempre collaborato con la parrocchia e con l'oratorio, e poi la Fraglia Vela e la Società alpinisti tridentini. E' stato tra i fondatori e i primi promotori della celebre Notte di Fiaba, oltre che dell'Expo Hotel. Fu anche presidente del Coro Anzolim de la Tor.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

  • Bimba travolta e uccisa sulle strisce: l'automobilista si è costituito

  • Auto precipita per decine di metri, morto il medico Giorgio De Thierry

Torna su
BresciaToday è in caricamento