menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto noto imprenditore: la sua ditta è leader di settore in tutta Italia

E' scomparso a 84 anni Remo Stanghellini, storico patron della Amac di Guidizzolo: lo piangono la moglie e le sue tre figlie

Generoso fino all'ultimo respiro: come da sue indicazioni, in vista dei funerali la famiglia non chiede fiori ma opere di bene, e nello specifico offerte a favore della Fondazione Rizzini e dell'Anffas. Aveva 84 anni Remo Stanghellini, compiuti da poche settimane: storico patron della Amac di Stanghellini, azienda fondata nel 1987 a Guidizzolo, Alto Mantovano, e oggi leader in Italia e tra i leader in Europa e nel mondo nella rivendita di macchinari per la lavorazione del legno.

L'ultimo saluto è programmato per venerdì mattina, alle 9.30 nella parrocchiale di Guidizzolo: ne danno il triste annuncia la moglie Nerea e le figlie Anna, Marzia e Cristina. In queste ore proprio le figlie hanno voluto ricordarlo con onore e affetto: “Il Leone ha smesso di ruggire, ma le sue orme rimarranno indelebili”.

Al cordoglio dei familiari si uniscono anche i dipendenti della stessa Amac. Classe 1937, Remo Stanghellini aveva cominciato a lavorare nel settore delle macchine per la lavorazione del legno già negli anni Sessanta. Come detto, risale invece al 1987 la fondazione della Amac, acronimo delle iniziali delle figlie, alle quali il fondatore ha da poco lasciato il timone dell'azienda.

Un personaggio unico, di grande umiltà

La memoria è celebrata anche dalle altre aziende di settore. Tra queste la HolzHer GmbH: “Remo Stanghellini ha fatto la storia del commercio di macchine per il legno nel mondo – si legge in una nota – Era un personaggio unico, dotato di grande umiltà, di gran senso del commercio e anche di grande umanità. Ha saputo creare un impero in un piccolissimo paese della pianura mantovana, fino a farlo diventare un centro di riferimento per il nostro settore. Mancherà molto a tutti noi, anche se le figlie, il genero e ora anche il nipote acquisito porteranno avanti con orgoglio il suo lavoro. Buon viaggio Remo, riposa in pace”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento