menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impianti geotermici: Brescia al primo posto in Lombardia

Assieme a Milano, la nostra città si trova al primo posto in regione per lo sviluppo negli ultimi anni di impianti geotermici installati per climatizzare gli edifici

In Lombardia continuano a crescere gli impianti geotermici installati per climatizzare gli edifici con l'energia 'catturata' dal sottosuolo: negli ultimi tre anni si è registrato un incremento del 50% rispetto al quinquennio precedente, con le città di Brescia e Milano ai primi posti.

Lo rivelano i dati del Registro Sonde Geotermiche (RSG) istituito nel 2010 da Regione Lombardia e sviluppato da Finlombarda. I sistemi geotermici come le pompe di calore e le sonde geotermiche, che 'succhiano' il calore del sottosuolo per riscaldare e rinfrescare gli edifici, rappresentano una delle soluzioni più innovative, in quanto utilizzano una fonte di energia rinnovabile e presentano il miglior rendimento energetico rispetto a qualunque altro sistema di climatizzazione, favorendo sia il risparmio energetico sia quello economico.

Il Registro Sonde Geotermiche (RSG), prima esperienza a livello nazionale, è stato istituito per promuovere l'uso delle risorse geotermiche grazie un processo di semplificazione che passa attraverso la digitalizzazione delle procedure amministrative per assolvere agli obblighi autorizzativi per l'installazione di impianti. In tre anni di attività del RSG, sono stati registrati circa 500 impianti (+50% rispetto alle installazioni del quinquennio precedente), su un totale di oltre 780 impianti a sonde geotermiche in Lombardia.

La quasi totalità riguarda installazioni di sonde geotermiche verticali che raggiungono una profondità non superiore ai 150 metri. La distribuzione territoriale delle installazioni vede ai primi posti le province più densamente popolate e urbanizzate, quali Brescia e Milano. Emergono per numerosità le installazioni connesse a nuove realizzazioni edilizie, meno complesse e costose da realizzare.


Per la maggior parte si tratta di impianti inseriti in strutture edilizie con elevate performance energetiche e ridotti fabbisogni (classi A+ e A). In termini di potenza installata, relativa agli impianti termici a pompa di calore associati all'impianto a sonde geotermiche, si registrano quasi 18.000 kW termici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento