rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Economia

Come funzionano i sistemi di ventilazione e pressurizzazione per i capannoni industriali

Una questione centrale per la salute e la sicurezza sul lavoro: le proposte di Refrind

Garantire un’adeguata ventilazione nei capannoni industriali è uno dei criteri normativi principali da osservare e attuare soprattutto quando si tratta di strutture all’interno delle quali vengono svolte attività che producono polveri sottili tossiche o gas inquinanti. 

Gli impianti industriali necessitano, infatti, di un sistema di ventilazione capace di garantire la circolazione di aria salubre al loro interno e anche in grado di tener conto delle dimensioni del capannone, dei materiali impiegati per la costruzione dell’edificio, delle sostanze, del numero dei lavoratori e del tipo di attività svolta. 

Per ogni attività produttiva vanno adottati impianti di ventilazione e filtrazione d’aria in grado di contrastare le specifiche diffusioni e concentrazioni di sostanze tossiche e inquinanti generate. Ogni sistema di pressurizzazione è, per questo motivo, adattabile alle specifiche esigenze dell’azienda. 

Come funzionano i sistemi di pressurizzazione per i capannoni industriali

I sistemi di pressurizzazione, pressoventilazione e filtrazione dell’aria costituiscono sistemi efficaci di tutela e sicurezza sia per il personale lavorativo che per le apparecchiature tecniche utilizzate sull’ambiente di lavoro. Questi sistemi hanno infatti l’obiettivo di mantenere e regolare gli standard di salute dell’aria all’interno di contesti particolarmente esposti al rischio inquinamento e produzioni di polveri tossiche. 

Le necessità variano a seconda del settore industriale di riferimento, proprio per questo motivo Refrind ha pensato di creare linee guida diverse rivolte ad ambienti di lavoro differenti, andando incontro anche e soprattutto alle richieste verticali e tecniche dei vari clienti. 

Per la produzione e il mantenimento di aria pulita e controllata, gli impianti di ventilazione nei capannoni industriali creano una pressione positiva costante capace di tenere lontane sia le polveri tossiche che le sostanze radioattive, grazie al processo di pressurizzazione che aumenta la pressione dell’aria.

L’aumento della pressione, infatti, consente la creazione di una barriera protettiva che impedisce l’ingresso dei fumi e delle polveri all’interno della cabina pressurizzata, nella quale i lavoratori possono respirare aria pulita. Quest’ultima infatti viene spinta dai ventilatori ad alta prevalenza verso l’interno del cabinato, creando la cosiddetta sovrapressione o pressione positiva rispetto al resto dell’ambiente circostante. 

refrind 2-2

Perché è così importante adottare sistemi di ventilazione nei capannoni industriali

Come già detto sopra, la ventilazione continua impedisce la concentrazione di polveri e fumi inquinanti nell’aria, rendendola dunque più salubre per i lavoratori e più congeniale per l’utilizzo dei macchinari elettrici industriali stessi, i quali hanno bisogno di pulizia costante. È importante perciò che tutti gli ambienti di lavoro, che si contraddistinguono per la produzione di gas tossici e polveri nocive – più o meno consistente – adottino sistemi di ventilazione e pressurizzazione capaci di filtrare l’aria. 

È una questione centrale per i sistemi di salute e sicurezza sul posto di lavoro, soprattutto perché tra le sostanze considerate maggiormente pericolose troviamo anche i solventi derivanti dalle sostanze utilizzate per verniciare, l’ammoniaca e isotopi radioattivi, la formaldeide, gli acidi dello zolfo, gli ossidi dell’azoto NOX e gli idrocarburi volatili. Ovviamente i pressurizzatori vengono calibrati singolarmente sulla base della concentrazione e della tipologia delle polveri prodotte, a seconda che l’industria sia impegnata nel settore minerario, nei processi produttivi di malte e calcestruzzo, nel settore petrolchimico, in quello siderurgico o navale e in qualsiasi altro contesto lavorativo, che inevitabilmente produce polveri sottili e sostanze tossiche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come funzionano i sistemi di ventilazione e pressurizzazione per i capannoni industriali

BresciaToday è in caricamento