Mercoledì, 4 Agosto 2021
Economia

Acciaio bresciano, affare milionario: Ori Martin si prende anche Ferrosider

Si è chiusa l'acquisizione delle quote di maggioranza della Ferrosider di Ospitaletto, operativa dal 1962, da parte del gruppo Ori Martin

Foto di repertorio

Non sono stati resi noti gli estremi economici dell'accordo, di certo si tratta di un affare multi-milionario: la Ori Martin di Brescia ha completato l'acquisizione delle quote di maggioranza della Ferrosider di Ospitaletto, storica azienda bresciana specializzata nella produzione di laminati, billette e profili, attiva sul territorio dal 1962 e che ancora oggi occupa 104 dipendenti per un fatturato di oltre 120 milioni di euro.

Un'operazione nel segno della continuità: rimarranno infatti anche nella nuova compagine aziendale i fratelli Federica e Quinto Stefana, quest'ultimo pronto alla nomina di vicepresidente e amministratore delegato.

“Ori Martin ha preferito, in un'ottica di verticalizzazione dei propri semilavorati, scegliere di entrare in un'attività esistente – si legge in una nota dell'azienda – per non immettere nuova capacità produttiva in un mercato già saturo, seppure in una fase favorevole del ciclo economico”.

Il gruppo Ori Martin è un vero colosso dell'acciaio: ha chiuso il 2017 con un fatturato di oltre 464 milioni di euro, 14 milioni di utili e investimenti per altri 18 milioni, con circa 700 addetti al lavoro e una produzione complessiva di 686mila tonnellate, in aumento di 30mila rispetto al 2016. Ori Martin controlla otto aziende, tra cui la Meccanica Trafilati, la Novacciai, la Siderurgica Latina e la Tension Technology.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acciaio bresciano, affare milionario: Ori Martin si prende anche Ferrosider

BresciaToday è in caricamento