menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Regione: stanziati 1,5 milioni di euro per la sistemazione di argini e alvei fluviali

Finanziati 11 interventi in 7 province, 200.000 euro per il torrente Blè a Ono San Pietro

Sette province lombarde interessate per un totale di 11 interventi su fiumi e torrenti a rischio di esondazione e oltre 1,5 milioni di euro stanziati: sono i numeri della delibera approvata ieri dalla Giunta regionale su proposta dall'assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni per la difesa del suolo e la prevenzione delle aree ad alto rischio idrogeologico. Risorse che si sommano ai 7 milioni di euro appena stanziati per interventi urgenti a seguito delle forti piogge di luglio-agosto scorsi su Valtellina, Valcamonica e l'Alta Val Brembana.

PROGRAMMA DI INTERVENTI PUNTUALI A VALENZA LOCALE - "Abbiamo voluto mettere in campo un programma di interventi finalizzato alla mitigazione del rischio idrogeologico per situazioni di valenza locale. Grazie a un ottimo lavoro preparatorio e ai fondi che siamo riusciti a reperire - ha sottolineato l'assessore Foroni - riusciremo a risolvere tutta una serie di criticità legate anche a recenti eventi calamitosi in maniera puntuale e precisa a tutela dell'incolumità pubblica".

NEL LECCHESE MANUTENZIONE CORSI D'ACQUA E VERSANTI ROCCIOSI - In particolare la maggior parte degli interventi riguarderanno la provincia di Lecco con il consolidamento della parete rocciosa a monte della SP 65 Cortenuova-Parlasco-Esine Lario (130.000 euro); la sistemazione del dissesto che interessa la strada tra Vendrogno e Taceno in località Derocc nel Comune di Vendrogno (50.000 euro), gli interventi sull'alzaia nel tratto da Olginate a Trezzo sull'Adda (122.700 euro) e la manutenzione di alcuni corsi d'acqua (200.000 euro).

SISTEMAZIONE ARGINI, FRANE E OPERE IDRAULICHE - Il resto dei finanziamenti saranno ripartiti tra le province di Mantova, Milano, Como, Pavia, Monza e Brescia. A Mantova 100.000 euro per la manutenzione dell'argine maestro di Po nel tratto mantovano. A Milano 150.000 euro per lavori urgenti di difesa spondale sul fiume Ticino, alla confluenza con il Canale scolmatore di Nordovest in comune di Abbiategrasso. A Como 200.000 euro per la sistemazione e la realizzazione di nuove opere di difesa idraulica lungo il torrente Valloni ad Albese con Cassano nel bacino del torrente Cosia. A Pavia 140.000 euro per la sistemazione del versante in prossimità della strada da Costa Mezzana a Bozzola in comune di Valverde. A Monza 200.000 euro per la sistemazione delle frane lungo la Valle delle Fontanelle nei comuni di Carate Brianza e Verano Brianza. A Brescia 200.000 euro per ripristinare la funzionalità idraulica delle opere sul torrente Blè danneggiate dalla colata detritica avvenuta lo scorso 25 agosto in comune di Ono San Pietro e ulteriori 65.000 euro per il ripristino del versante e della strada intercomunale Vobarno-Cavallino della Fobbia-Capovalle nel Comune di Treviso Bresciano.

EROGAZIONE DEI FONDI AGLI ENTI LOCALI - "Il programma si attua nel triennio 2018-2020 e prevede che per gli interventi prioritari si procederà con l'erogazione di tutta la somma agli enti locali per poter realizzare le opere con la massima urgenza - ha concluso Foroni - Regione Lombardia ancora una volta non perde di vista le esigenze della salvaguardia ambientale e idraulica del proprio territorio, nonché della sicurezza dei cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento