Sabato, 25 Settembre 2021
Economia

Rodengo Saiano: OMAL S.p.A. diventa Società Benefit

Nel 2017 è stata la prima azienda di valvole e attuatori al mondo Certificata B-Corporation®. Oggi l’azienda bresciana conquista un altro traguardo verso

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

“Siamo davvero orgogliosi di aver raggiunto, in questo 2021, un altro importante obiettivo, e lo siamo ancora di più essendo un traguardo legato alla sostenibilità. OMAL S.p.A. è diventata Società Benefit. Si tratta del culmine di un percorso che abbiamo intrapreso nel 2016 con l’adesione al Global Compact delle Nazioni Unite, un’iniziativa per lo Sviluppo Sostenibile in 17 Obiettivi per le persone, per il pianeta e per la prosperità. Nel 2017 siamo diventati una B Corp®, condividendo con oltre 4000 aziende nel mondo la nostra sensibilità verso temi fondamentali quali la tutela ambientale, la tutela delle persone, la tutela del lavoro e la trasparenza. Da quel momento abbiamo continuato a costruire e consolidare la nostra organizzazione e abbiamo gestito la nostra operatività attorno a quei temi mediante il driver dell’innovazione. Ma non ci siamo fermati e per dare maggiore forza e universalità al nostro impegno nel nostro territorio, nel 2018 siamo diventati socio fondatore del Global Compact Network Italia. Essere oggi anche una Società Benefit è il completamento di un progetto ambizioso e importante che sta alla base della nostra vision aziendale, cioè quello di trovare il giusto equilibrio tra uomo e ambiente, migliorando la qualità della vita e garantendo un mondo migliore alle generazioni future”. Così Amedeo Bonomi, CEO di OMAL Spa, specializzata in produzione di valvole industriali, commenta il nuovo riconoscimento a Società Benefit dell’azienda. Un riconoscimento che cade proprio nell’anno del quarantesimo di questa società bresciana che, dai primi anni Ottanta, è cresciuta e si è innovata diventando una vera e propria smart factory, riconosciuta come top player sia dal mercato italiano che estero.

La mission dell’azienda è da sempre chiara: garantire un mondo migliore alle generazioni future, grazie alla produzione di prodotti sicuri, garantiti e affidabili, in grado di proteggere l’ambiente circostante e di migliorare la qualità della vita delle persone. In questa direzione, l’essere diventati Società Benefit, cioè una società che, oltre ai fini economici persegue finalità di beneficio comune operando in modo responsabile, sostenibile e trasparente, rappresenta una nuova garanzia di affidabilità. “Da anni - spiega Bonomi - attraverso l’innovazione perseguiamo la sostenibilità economica, sociale e ambientale, nel rispetto dei principi del Global Compact e dei i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite. Per questo essere oggi anche Società Benefit avrà un impatto positivo su tutti coloro che lavorano con noi. Faremo camminare al nostro fianco i dipendenti che, in questo clima di condivisione valoriale, potranno godere di benefici reali e comunitari, che garantiranno una ancor maggiore sicurezza sul lavoro e l’implementazione del welfare aziendale. Ma non solo: anche con clienti, fornitori e stakeholders sapremo dar vita ad una vera e propria rete sostenibile, dove il rapporto di fiducia e il costruire insieme sarà prioritario”.

Obiettivi chiari che si traducono per OMAL in azioni concrete. In campo produttivo, l’azienda continuerà a investire nell’innovazione dei prodotti e dei processi aziendali all’insegna della sostenibilità e, internamente, continuerà a promuovere la formazione dei suoi dipendenti e la conseguente realizzazione professionale, incoraggiando la socializzazione e il confronto all’interno della comunità mediante il sostegno a proposte ricreative socio-culturali, attività associative e pratiche sportive. Tutto questo in un ambiente di lavoro inclusivo e propositivo in grado di assicurare diritti e doveri, di tutelare la salute e la sicurezza e di sostenere misure di welfare aziendale. “Si tratta di un percorso di crescita etica e sostenibile che abbiamo intrapreso da anni. – aggiunge Bonomi. Oggi abbiamo uno strumento in più nelle nostre mani che sapremo valorizzare al meglio generando effetti positivi sull’azienda, sulle persone che ne fanno parte, sulla comunità e sul territorio che la ospita. L'adozione di questo nuovo paradigma imprenditoriale ci darà inoltre maggiori capacità di attrarre investimenti a impatto sociale, di accedere a capitale di investimento privato anche da parte di consumatori consapevoli, di attrarre giovani talenti che, in base a diversi studi e ricerche, denotano una preferenza a lavorare in imprese socialmente responsabili. Infine – conclude - ci renderà parte di un network di realtà pioniere del cambiamento che, condividendo determinati valori, saprà sviluppare mercati e esprimere quelle che saranno le migliori e più profittevoli società del futuro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rodengo Saiano: OMAL S.p.A. diventa Società Benefit

BresciaToday è in caricamento