Stefana, lavoratori al capolinea: licenziamento collettivo per 141 operai

Alla Stefana di Nave avviata la procedura di licenziamento collettivo per i 141 operai dello stabilimento di Via Bologna: il 16 marzo i lavoratori incontreranno il ministero

Stefana, l’assemblea dei lavoratori (fonte Cgil)

Purtroppo una storia che si avvicina sempre più al capolinea. Alla Stefana di Nave è stata aperta la procedura per il licenziamento collettivo di tutta la forza lavoro: sono 141 gli operai rimasti nello stabilimento di Via Bologna. Famiglie e lavoratori con il fiato sospeso.

In attesa di una buona notizia che non è ancora arrivata: il 1 marzo scorso si era conclusa senza nessuna offerta l'asta di vendita della struttura, sulla base di 10 milioni di euro. Sul tema non erano mancate le polemiche al veleno, anche da parte della Fiom.

Secondo il sindacato infatti ci sarebbe stato un impedimento forzato alla cessione del sito produttivo, “qualcuno che non vuole che il laminatoio possa ripartire, liberando così una fetta di mercato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento