Azienda vinicola riscopre il baratto: crediti virtuali in cambio di bottiglie

Da Monticelli Brusati l'esperimento dell'azienda vitivinicola La Montina, sulla piattaforma iBarter: niente più soldi ma scambio di merci e servizi. A Natale un boom dell'80%, e pure la pubblicità in MotoGP

Riscoprire l’antica arte del baratto – ma in chiave moderna – per rilanciare l’export dell’azienda e farsi conoscere in nuovi mercati. Non più vendendo il proprio prodotto per incassare denaro, ma scambiandolo con qualcosa d’altro. Niente a che vedere con le uova scambiate con il formaggio, o le galline con la capra: ma una forma innovativa di marketing aziendale, appoggiandosi alla piattaforma (tutta italiana) iBarter.

Dall’inglese ‘barter’, baratto. E in cui si è tuffata a capofitto l’azienda vitivinicola La Montina di Monticelli Brusati, in Franciacorta. Ditta che ha fatto dell’innovazione un vero must: sono stati tra i primi a proporre sul mercato la bottiglia ‘La piccolina’, da 0.375 litri, per adeguarsi alle nuove mode e soprattutto alle nuove norme, vedi tasso alcolico e codice della strada con conseguente calo delle vendite nei ristoranti delle bottiglie ‘classiche’, da 0.70.

Ora tornati alla carica con iBarter: “Andando a valutare gli scambi, solamente nell’ultimo periodo natalizio abbiamo incrementato dell’80% i volumi rispetto al Natale 2013 – spiega Michele Bozza, marketing manager –. Il baratto si sta rilevando una buona opportunità per allargare il portafoglio clienti, oltre ad avere visibilità all’interno di una rete che non fa leva sul credito in forma tradizionale”.

Il concetto infatti è questo: baratto multilaterale per lo scambio di merci (e servizi) senza dover ricorrere all’euro. Le aziende non devono più attingere alla loro liquidità per gli approvvigionamenti: mettono a disposizione i loro prodotti e vanno alla ricerca, all’interno della rete di baratto, di altri prodotti o servizi di cui necessitano. Gli scambi operano poi attraverso un meccanismo di crediti, acquisiti e ceduti, fondato sull’iBcredit.

E funziona davvero. “L’e-commerce in realtà in Italia non è ancora particolarmente sviluppato – aggiunge ancora Michele Bozza de La Montina - e il baratto moderno rappresenta una possibilità da sfruttare. Abbiamo scambiato il nostro spumante con prodotti di cancelleria e pubblicità. Siamo pure riusciti a promuovere la nostra azienda in ambiti inimmaginabili come il MotoGP, attraverso degustazioni e presentazioni nei paddock delle scuderie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Arrivano una Smart e una Fiat 500, poi lo scambio di droga: arrestato cantante

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Morto l'imprenditore Renato Martinelli: ucciso in tre mesi dalla malattia

  • Violenta scossa in azienda, folgorato operaio: portato con ustioni al Civile

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

Torna su
BresciaToday è in caricamento