menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Mezzo secolo di storia e l'ombra del fallimento: 56 operai a rischio

Sono giorni concitati per il destino della Miber, azienda calzaturiera della Bassa che avrebbe compiuto 50 anni di attività proprio nel 2016. Sono 56 i dipendenti alle prese con il contratto di solidarietà

Destino segnato per i 56 operai dell'azienda calzaturiera Miber, realtà storica conosciuta in tutto il mondo con il marchio Keys. Marchio che è stato acquisito tra l'altro dall'ex manager di Miber, Carlo Cavaciocchi, ora a capo della start-up Opera, con sede a Manerbio, che riprenderà a lavorare – con il marchio Keys – mantenendo una decina di dipendenti.

Sono invece 56 i lavoratori della Miber di Poncarale alle prese con il contratto di solidarietà, e che difficilmente vedranno una luce in fondo al tunnel. Lunedì mattina una nuova assemblea, nel pomeriggio un incontro ai piani alti dei sindacati con la dirigenza dell'azienda. Il rischio paventato è quello di un fallimento.

Si attende la risposta del tribunale: sul finire dello scorso anno la Miber ha presentato richiesta di procedura concorsuale. La società avrebbe compiuto 50 anni proprio nel 2016. Una storia gloriosa, con punti vendita sparsi in lungo e in largo in tutta la provincia: a Poncarale, appunto, ma pure a Concesio, Darfo Boario Terme, Timoline di Corte Franca e Villanuova sul Clisi.

Nella peggiore delle ipotesi, e quindi il fallimento, tutti i 56 dipendenti rischierebbero di perdere il loro Tfr. Nei prossimi giorni nuovi incontri e nuove trattative. Non si esclude una trattativa sulla mobilità volontaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento