La metro non nasconde la crisi: Maroni incontra gli operai Mac Iveco

Il neo governatore della Lombardia ha incontrato una delegazione degli operai licenziati, presenti con un manifestazione pacifica all'inaugurazione della metropolitana

Gli operai Mac all'inaugurazione della metro - © Bresciatoday.it

Come aveva assicurato nel suo intervento per l'inaugurazione della metropolitana di Brescia, nel primo pomeriggio di ieri il neogovernatore della Lombardia Roberto Maroni ha incontrato una delegazione sindacale di Mac, l'azienda di stampaggio lamiere che ha deciso di cessare la propria attività nello stabilimento Iveco di Brescia (nei giorni scorsi sono scattati i licenziamenti degli 84 lavoratori).


"Sia il presidente della regione, sia il presidente della provincia hanno dato la loro disponibilità ad attivarsi per ricercare le eventuali soluzioni di carattere produttivo ed occupazionale per i lavoratori - si legge in una nota della Fiom Cgil - mentre il sindaco ha ricordato come l'amministrazione e tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale si sono già attivati e che rimane prioritario il tavolo aperto presso la prefettura". Maroni, nel suo intervento dal palco fuori dalla stazione Fs della metro, aveva assicurato che il lavoro sarebbe stato tra le sue priorità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento