Domenica, 25 Luglio 2021
Economia

Spiedo: "diventi una specialità garantita, come la pizza o il pesto"

Marino Marini, chef bresciano, storico della cucina nonchè uno dei fondatori di Slow Food, lancia la sua proposta

Lo spiedo deve diventare una “specialità tradizionale garantita”, come la pizza napoletana e il pesto alla genovese. Inoltre va creata una "strada dello spiedo" dalla Franciacorta al Garda. Sono queste le proposte di Marino Marini, chef bresciano, storico della cucina nonchè uno dei fondatori di Slow Food, lancia la sua proposta.

“Sono contento di leggere che il comune di Serle ha avviato la procedura per riconoscere a questo piatto la De.Co, denominazione comunale, proposta a suo tempo sostenuta da Luigi Veronelli e portata avanti dai suoi seguaci. Secondo il mio modesto parere, lo spiedo meriterebbe di più: potrebbe puntare alla STG (Specialità Tradizionale Garantita, come la pizza napoletana o il pesto genovese).


"Le capitali dello spiedo bresciano” prosegue Marini “si possono considerare Gussago, i primi comuni della Valtrompia, Odolo, Treviso Bresciano, e scendendo verso il lago, le colline che vanno da Gargnano a Salò. Io vedo guardando la cartina della nostra provincia che i comuni che ho citato potrebbero far parte di una ideale strada dello spiedo dove i ristoratori periodicamente propongono una serie di iniziative per promuovere la loro terra, i loro prodotti, le loro bellezze artistiche, il loro spiedo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiedo: "diventi una specialità garantita, come la pizza o il pesto"

BresciaToday è in caricamento