La crisi che non si ferma: Mac Brescia, posto a rischio per 91 lavoratori

Si sono svolte sui tre turni le assemblee sindacali alla Mac di Brescia. L'azienda ha comunicato di voler ricorrere alla cessata attività mettendo cosi a rischio 91 posti di lavoro

Ieri, giovedì 19 luglio, si sono svolte sui tre turni le assemblee alla Mac, indette dopo l’incontro la direzione aziendale e il Sindacato presso la sede dell’associazione industriali.

Durante l’incontro l’azienda ha comunicato di voler ricorrere alla cessata attività mettendo cosi a rischio 91 posti di lavoro.

I lavoratori riuniti in assemblea hanno deciso con le Rsu di proclamare un'ora di sciopero alla fine di ogni turno di lavoro, per protestare contro l’ipotesi illustrata dalla direzione e per richiamare la Mac e l’Iveco a rispettare gli accordi sottoscritti che garantivano il mantenimento dell’occupazione all’interno del sito Iveco.

Inoltre, è stato sottolineato che, agli accordi che garantivano l’occupazione, sono stati interessati nel 2009 i soggetti istituzionali coinvolti nella trattativa, e che pertanto dovrebbero ribadire quello che allora fu concordato tra le parti.

In ogni modo, dopo il previsto incontro del 13 settembre le assemblee saranno riconvocate e, in base a quello che sarà comunicato dall’azienda, i sindacati metteranno in campo le necessarie iniziative per far rispettare gli accordi e per impedire i licenziamenti.


(fonte: Rsu Mac Brescia)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento