Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Rezzato: la crisi arriva all'Iperpellicano, a casa 17 lavoratori

Divisi i sindacati. Solo la Cisl ha firmato l'accordo per la messa in mobilità dei lavoratori

L'inizio del  2013 conferma il dato economico negativo del 2012, aziende che chiudono, aziende che usufruiscono di cassa integrazione, aziende che falliscono, aziende che licenziano, aziende che non confermano i lavoratori precari. Siamo di fronte ad una vera emergenza occupazionale, tutti i settori produttivi del nostro territorio sono in difficoltà.

E' di settimana scorsa la notizia che Iperpellicano (ex Continente di Rezzato) licenzierà 17 lavoratori su un totale di 165 addetti. Sulla risoluzione della crisi, i sindacati si sono divisi.

- Un suicidio al giorno tra i disoccupati:
Lombardia maglia nera della disperazione


Ora Cgil e Uil attaccano frontalmente la Fisascat Cisl: "Grazie alla sua firma separata, con cui ha sottoscritto la messa in mobilità dei lavoratori, la posizione intransigente dell'azienda di non utilizzare 24 mesi di contratto di solidarietà per evitare i licenziamenti ha avuto buon gioco". "Noi, a differenza di loro - concludono -, siamo contro i licenziamenti e per la salvaguardia dei posti di lavoro!"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rezzato: la crisi arriva all'Iperpellicano, a casa 17 lavoratori

BresciaToday è in caricamento