Shopping d'acciaio: Leali Steel alle Acciaierie Venete

Ad aggiudicarsi gli asset della ex Leali Steel è il gruppo Acciaierie Venete di Padova. Offerta da oltre 43 milioni di euro

Foto d'archivio

Nessuna sorpesa durante l'asta per la vendita degli asset dell'ex Leali Steel spa: ad aggiudicarseli è stata la newco Bvs Srl, società controllata del gruppo Acciaierie Venete di Padova. Non è certo una novità per i lavoratori: il gruppo, dall'estate scorsa, è l'affittuario dei beni dell'azienda.

L'iter si è svolto come da prassi, nella mattinata di martedì: nello studio Notai Associati Dolzani Piccoli Romani Corso è stata aperta la busta dell'unica offerta arrivata, quella della newco Bvs, che si è aggiudicata gli stabilimenti di Borgo Val Sugana, in provincia di Trento, di Odolo, e il 100% delle quote della Laf srl (12 lavoratori), sempre di Odolo, alla cifra di 43 milioni e 322mila euro. A riferirlo è il portale Siderweb.

Per la firma del giudice servono ancora una decina di giorni: la legge fallimentare prevede infatti che gli organi della procedura debbano tenere conto di eventuali offerte al rialzo da soggetti qualificati nell'ordine, almeno del 10%.  Il rogito finale dovrebbe avvenire, salvo sorprese, a settembre.

Una notizia che potrebbe mettere davvero la parola fine all'odissea dei 104 lavoratori della Leali Steel di Odolo, e  dei 100 occupati dell'acciaieria di Borgo Valsugana, in Trentino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento