Tagli alla navigazione: aliscafi e battelli fermi sul lago di Garda

Domenica i lavoratori di Navigarda hanno incrociato le braccia per protestare contro i pesantissimi tagli alla Gestione Governativa Navigazione Laghi, che mettono seriamente a rischio servizio e posti di lavoro sul Benaco

Per quel che si ricorda è stata la prima volta. Nella domenica appena trascorsa niente battelli, navi e aliscafi in servizio sul Lago di Garda. I lavoratori della Navigarda hanno scioperato infatti per l’intera giornata.

Si tratta della terza iniziativa di protesta nel giro di pochi mesi determinata dalle misure adottate dal Governo per quest’anno finanziario, che prevedono tagli alle risorse finanziarie da destinare alla Gestione Governativa Navigazione Laghi.

Le recenti rassicurazioni del Viceministro all’Economia sul parziale ripristino delle risorse, spiegano Fit Cisl, Filt Cgil e Uiltrasporti, “non costituiscono purtroppo provvedimento legislativo e questo ci costringe ad azioni di pressione per salvaguardare il servizio pubblico di navigazione, e per mettere in allarme istituzioni e operatori sulle ricadute economiche e turistiche determinate dal depotenziamento del servizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento