Economia

Manager e padre di famiglia stroncato dal cancro: muore a 53 anni

Era considerato un “super-manager” Klaus Schafer, il 53enne di Monaco di Baviera (ma che aveva una casa anche a Moniga del Garda) già a capo di E.On e Uniper

C'è anche un po' di lago di Garda nel ricordo di Klaus Schafer, il super-manager tedesco (già a capo di E.On e Uniper) morto pochi giorni fa a soli 53 anni, ucciso da un cancro che purtroppo non gli ha lasciato scampo, dopo aver lottato a lungo con la malattia. Viveva a Monaco di Baviera insieme alla moglie (italiana) e ai suoi due giovani figli, con cui però aveva passato tanto tempo anche a Moniga del Garda, dove la famiglia possiede una seconda casa per le vacanze, a poche centinaia di metri dal porto. 

Le cronache di una carriera internazionale

Classe 1967, Schafer aveva studiato a Parigi, Oxford e Berlino prima di avviare la sua lunga e brillante carriera in forze alla Morgan Stanley di Londra. Dalla seconda metà degli anni '90 è stato invece tra i più noti protagonisti del management tedesco nel mondo dell'energia, tra i primi dirigenti del colosso E.On (fondato nel 2000) che oggi conta quasi 45mila dipendenti e un fatturato di oltre 30 miliardi e mezzo di euro: era stato amministratore delegato non solo della società tedesca ma anche della controllata italiana. 

Negli ultimi anni è stato dirigente e amministratore anche di Uniper, spin-off di E.On da oltre 11mila dipendenti: “Sono giorni molto tristi”, scrive la società in una nota. I funerali sono stati già celebrati in forma privata, a breve è attesa anche una cerimonia istituzionale. In questi giorni la notizia della sua scomparsa ha riempito le cronache di tutti i quotidiani tedeschi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manager e padre di famiglia stroncato dal cancro: muore a 53 anni

BresciaToday è in caricamento