L'Istat conferma il disastro disoccupazione. Entro fine anno al 10,6%

E' la previsione dell'Istat nelle Prospettive per l'economia italiana nel 2012-2013. Male anche Pil e consumi

Secondo idati resi noti oggi dall'Istat, è previsto un ''rilevante incremento'' del tasso di disoccupazione entro fine 2012, fino a quota 10,6%, mentre - nel 2013 - il tasso continuerebbe a salire raggiungendo il 11,4% ''a causa del contrarsi dell'occupazione'', unito all'aumento dell'incidenza della disoccupazione di lunga durata.

Inoltre, è prevista entro una riduzione del prodotto interno lordo italiano pari al 2,3%; per il 2013, ''nonostante l'attenuazione degli impulsi sfavorevoli ed un moderato recupero dell'attività economica nel secondo semestre'', la variazione media annua resterebbe leggermente negativa (-0,5%).

Sempre secondo l'Istat, al 31 dicembre la spesa privata per consumi dovrebbe registrare una contrazione del 3,2%.

Dal nuovo anno, la spesa dei consumatori risulterebbe ancora in calo (-0,7%), causa ''le persistenti difficoltà" sul mercato del lavoro e della debolezza dei redditi nominali''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto mortale: Giulia e Claudia uccise dalla sbandata improvvisa di un'Audi

  • Terribile incidente: ciclista sbanda e muore schiacciato da un camion

  • Nuovo supermercato dopo il lockdown: sarà aperto tutti i giorni fino alle 22

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Coronavirus: Brescia è la prima provincia italiana per nuovi contagi

Torna su
BresciaToday è in caricamento