Giovedì, 13 Maggio 2021
Economia

Fallisce l’azienda: i pazienti rimangono senza cure, ma hanno già pagato

Ci sono anche due centri odontoiatrici bresciani (a Iseo e a Orzinuovi) tra quelli riferibili alla società Implanta Lab srl, destinata a un irreversibile fallimento dopo il buco accertato dal tribunale di oltre 18 milioni di euro

Studio dentistico (foto di repertorio)

Ci sono anche due centri odontoiatrici bresciani nel lungo elenco (in tutto sono una quarantina in Lombardia) tra quelli riferibili alla società Implanta Lab srl, azienda di proprietà di Maria Paola Canegrati – nota anche come “Lady Sorriso” – e per cui il tribunale di Bergamo ha accertato un “buco” di oltre 18 milioni di euro.

Fallimento inevitabile, e preoccupazione condivisa per i circa 600 dipendenti che lavoravano in tutta la Regione. Così come sono preoccupati i numerosi clienti dei centri gestiti dalla Implanta Lab, ormai chiusi da mesi: tra questi, appunto, ce ne sono anche due nel Bresciano, a Iseo e a Orzinuovi.

Di competenza dell’ospedale Mellino Mellini di Chiari e della Asst della Franciacorta, erano stati esternalizzati nel 2014 (prima invece la gestione era interna) e appunto affidata alla Implanta Lab. L’azienda ha svolto il suo lavoro fino ai problemi legati al fallimento, anticipati dall’inchiesta che ha coinvolto proprio Paola Canegrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallisce l’azienda: i pazienti rimangono senza cure, ma hanno già pagato

BresciaToday è in caricamento