rotate-mobile
publisher partner

Mhira3D: Una storia di innovazioni per rivoluzionare la pressofusione

Nel mondo dei controlli di qualità, la visione industriale ricopre un ruolo di punta, che si avvale dell’avanguardia tecnologica per soddisfare i requisiti dell’Industria 4.0. Per il settore Pressofusione, Imago ha creato Mhira3D, l’innovativo sistema di visione in costante evoluzione

Da più di 20 anni, Imago realizza sistemi di visione per il monitoraggio e la tracciatura della produzione industriale per diversi settori, fra cui quello della Pressofusione, di grande presenza nel bresciano. L’approccio è sartoriale: il problema specifico del cliente viene rilevato e studiato nei minimi dettagli per poi scegliere, all’interno del vasto plateau dell’avanguardia tecnologica, gli strumenti di visione più adatti. A questo si aggiungono algoritmi di visione opportunamente elaborati e software di gestione.

Attilio Chillemi, fondatore e vertice operativo di Imago, ci parla delle ultime novità del sistema

Mhira3D, un progetto unico e tutto bresciano. Il nome suggerisce un’analisi tridimensionale…

“Esatto, Mhira3D effettua un controllo di integrità e completezza di ogni tipo di pezzo alla sua estrazione dalla pressa, in pinza al robot, tramite un’analisi 3D, che garantisce la certezza matematica dei risultati, per esempio, nel verificare la presenza di tutti i fagioli. Ma la novità più importante riguarda l’analisi termica del processo, che il sistema svolge in contemporanea all’analisi 3D. Si tratta di un controllo smart delle variazioni termiche dello stampo, attraverso la mappatura termografica del pezzo.”

Quali nuove possibilità offre?

“L’ottica è quella di permettere di intervenire in anticipo, per evitare a monte la generazione di errori, ottenendo un ingente risparmio di tempo e risorse.

L’operatore può identificare le zone di surriscaldamento dello stampo e intercettare problemi di raffreddamento e lubrifica, come l’otturazione degli ugelli, individuare spine rotte e formazione di bave; può inoltre automatizzare la fase di avviamento ottimizzando il numero di scarti iniziali.”

Già in molti conoscono Mhira3D sia in Italia che all’estero…

“Siamo presenti in molte aziende bresciane, ma anche nel torinese, Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia. All’estero, siamo approdati negli Stati Uniti, in Brasile, India e Repubblica Ceca.”

Leggi la versione integrale dell’intervista:  https://www.imagovision.it/it/media-blog/mhira3d-una-storia-di-innovazioni-per-rivoluzionare-la-pressofusione/

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BresciaToday è in caricamento