Economia Rezzato

Gruppo Italcementi: in arrivo cassa integrazione per 665 operai

Il nuovo piano d'assetto del gruppo prevede un taglio dei costi per 40 milioni di euro all'anno e Cig per 665 operai su 2.500, che diventerà mobilità per circa 330 persone

Italcementi lancia il 'Progetto 2015' con un taglio dei costi di circa 40 milioni di euro all'anno e Cig per 665 dipendenti su 2.500, che potrà poi trasformarsi in mobilità per circa 330 persone.

E' quanto si legge in una nota del gruppo bergamasco, secondo la quale il progetto "ha l'obiettivo di razionalizzare non solo l'apparato industriale e distributivo sul territorio italiano, ma anche di intervenire sulle strutture centrali del gruppo e sulla rete commerciale, interessando dirigenti, quadri e operai".

Il riassetto del gruppo suddivide gli attuali 14 stabilimenti in gruppi "con connotazioni strategiche differenti". Del primo gruppo, cosiddetto 'di eccellenza industriale e ambientale' farà parte anche lo stabilimento di Rezzato, dove è appena stato avviato il progetto per un nuovo altoforno, assieme a quelli di Calusco (Bergamo), Colleferro (Roma), Samatzai (Cagliari), Matera ed Isola delle Femmine (Palermo), che formano 'l'ossatura portante della capacità produttiva in Italià.

Al secondo gruppo appartengono invece gli impianti di Sarche (Trento), Guardiaregia (Campobasso), Scafa (Pescara), Castrovillari (Cosenza) e Salerno, che saranno attivi "a ciclo continuo, con flessibilità nelle fasi in cui il mercato richiederà questa capacità produttiva aggiuntiva", mentre la produzione di clinker a Monselice, Broni e Trieste "sarà fermata, mantenendo l'attività di macinazione e spedizione".

Sul piano dell'occupazione, come accennato in apertura, è invece previsto il ricorso alla cassa integrazione per un massimo di 665 dipendenti su un totale di circa 2500 unità, di cui 2/3 attualmente impegnati nei siti produttivi e un terzo nella sede centrale di Bergamo.

Un regime che potrebbe trasformarsi in mobilità per "circa la metà delle sospensioni temporanee - viene spiegato nel comunicato - e in mancanza di segnali concreti di miglioramento del quadro congiunturale".


Italcementi assicura che "nei confronti delle persone coinvolte dal piano, l'azienda svilupperà diverse forma di sostegno integrative anche attraverso interventi innovativi di sostenibilità sociale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gruppo Italcementi: in arrivo cassa integrazione per 665 operai

BresciaToday è in caricamento