rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
publisher partner

Impianti idroelettrici: a Brescia oltre 40 anni di esperienza (e consulenza)

Progettare e realizzare impianti idroelettrici: l'esperienza pluridecennale di Frosio Next

In campo energetico, oggi si progetta in una prospettiva completamente diversa: non conta più l'aspetto della maggior produzione di energia elettrica, ma ci si è resi conto di quanto sia utile avere una visione a lungo termine, con fonti rinnovabili, invece che puntare a sfruttare le risorse ormai diventate inquinanti e troppo costose (come ad esempio il carbone). Per questo motivo si punta allo sviluppo di impianti idroelettrici, la più antica fonte di energia rinnovabile. Tali impianti hanno la capacità di sfruttare una materia prima pulita, appunto l’acqua. Questa soluzione si è dimostrata già da diversi anni come la più affidabile, la più economica e la più green, tracciando così la via di un percorso di transizione energetica low carbon. 

In questo contesto, diverse imprese italiane si stanno impegnando per rivoluzionare il campo dell'ingegneria idroelettrica. Tra queste c'è Frosio Next, azienda di riferimento non solo per il territorio bresciano, ma di tutta Italia, impegnata nel portare una ventata di innovazione nel panorama idroelettrico. L'obiettivo dichiarato è sviluppare strategie di sviluppo a servizio dell’acqua, progettando e realizzando impianti idroelettrici e opere idrauliche per incanalare l'energia dell'acqua e trasformarla in energia elettrica. 

Frosio Next: da 40 anni nel panorama idroelettrico e nell’ingegneria idraulica

Frosio Next gode di un’importante storicità nel settore dell’idroelettrico. La società è stata fondata nel 1980 dall’ing. Giancarlo Frosio con il nome di Studio Frosio. Le elevate competenze del proprio team e la voglia di miglioramento continuo portano la società ad una crescita costante. Nel 2021 uno dei cambiamenti più importanti: Studio Frosio evolve e diventa Frosio Next, una realtà dinamica e rinnovata che oltre ad impegnarsi nell’idroelettrico espande il proprio campo d’azione alle infrastrutture idrauliche e alla riduzione del rischio idraulico. Oggi Frosio Next ha esteso la sua area di attività anche oltre l’Italia, con progetti di grande rilievo all’estero.

I vari tipi di impianti

In ambito idroelettrico esistono diverse tipologie di impianti applicabili per la generazione di energia idroelettrica. Vediamo nello specifico alcune soluzioni su cui Frosio Next è specializzata.

Impianti ad acqua fluente

Questa tipologia d'impianto ha il vantaggio di avere bassi costi e un minimo impatto ambientale. Utilizza il naturale corso dell'acqua ed è sprovvisto di bacini d'accumulo. 

Impianti ad accumulo

Come indicato dal nome, questi impianti dispongono di bacini di accumulo a monte, spesso creati con dighe. La presenza del bacino permette di regolare la portata d'acqua dei corsi derivanti, allineando la produzione di energia alle esigenze di consumo.

Impianti a bacino con pompaggio

Anche questi hanno dei bacini di accumulo a monte e a valle, hanno la capacità di invertire il flusso dell'acqua, pompando acqua dal bacino di valle a quello di monte. Sono impianti strategici per garantire la stabilità delle reti elettriche.

Elementi di un impianto idroelettrico

Gli impianti idroelettrici sono costituiti da diversi elementi che consentono di derivare l’acqua, incanalarla e trasformarla in energia elettrica.

Gli elementi fondamentali degli impianti idroelettrici

Negli impianti idroelettrici si trova l'edificio di centrale, il cuore dell’impianto, che ospita i gruppi di produzione e tutte le apparecchiature elettriche di controllo e di potenza. Possiamo paragonarla ad una sorta di cabina di regia di un impianto idroelettrico. L’opera di presa ha una funzione di interfaccia tra il corso d'acqua e il canale di deviazione. Altro elemento presente in un impianto è l'opera di deviazione, avente lo scopo di convogliare l'acqua derivata dall’opera di presa al punto di inizio della tubazione in pressione (condotta forzata) o direttamente alla centrale. La condotta forzata ha invece il compito di convogliare l'acqua in pressione fino alle turbine. Infine, troviamo il canale di scarico attraverso il quale l'acqua, una volta turbinata, ritorna nel corso d’acqua.

Per saperne di più sull'idroelettrico e sul mondo dell'energia idraulica, basta un clic sul sito frosionext.com.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BresciaToday è in caricamento