menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ferdinando Cavalli ha iniziato la sua lunga carriera nelle file dell'Atb, che dal 2003 si è fusa con il gruppo Riva Calzoni

Ferdinando Cavalli ha iniziato la sua lunga carriera nelle file dell'Atb, che dal 2003 si è fusa con il gruppo Riva Calzoni

Manager instancabile, la città ricorda l'ingegner Ferdinando Cavalli

Si è spento a 89 anni l'ingegner Ferdinando Cavalli, storico manager di aziende come Atb, OM e Fiat: mercoledì pomeriggio i funerali in Via Milano

Aveva quasi 90 anni l'ingegner Ferdinando Cavalli, un pezzo di storia dell'industria bresciana e non solo: è stato manager di importanti aziende tra cui la Atb, OM e Lancia, Fiat e società del gruppo Bosch. Classe 1929, Cavalli si è spento lunedì mattina circondato dall'affetto dei suoi cari: mercoledì i funerali, dalle 10.30 nella chiesa dei Cappuccini di Via Milano. Lo piangono i figli Giovanni, Giuseppe e Fausto e le rispettive mogli.

Nato e cresciuto a Brescia, la città in cui ha vissuto per una vita intera. Si era diplomato in città, poi la laurea in ingegneria a Padova: nella seconda metà degli anni '50 prende il via la sua lunga e onorata carriera, nelle file dell'Atb, l'Acciaieria e Tubificio Brescia che dal 2003 si è fusa con il gruppo Riva Calzoni.

Altri ruoli importanti: in OM Officine Meccaniche (che poi sarà incorporata dalla Fiat) ancora a Brescia, alla Lancia di Bolzano, poi alla Fiat Veicoli Industriali di Cameri, provincia di Novara. Concluderà la sua carriera in due aziende di Castenedolo, controllate dalla Bosch.

Nomi e marchi importanti, e una vita altrettanto importante (e piena). Cavalli è stato consigliere in Camera di Commercio e nel Consiglio di amministrazione della Fondazione Tirandi, e pure insignito del titolo di Cavaliere pontificio da papa Giovanni Paolo II.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento