Economia

Firmata l'intesa alla Federal Mogul, presidio sciolto dopo 20 mesi

Dopo venti mesi di proteste è stata sottoscritta al Ministero dello Sviluppo Economico l'intesa tra Federal Mogul , la Rsu e la Fiom Cgil di Brescia in rappresentanza dei lavoratori dello stabilimento di Desenzano

Dopo venti mesi di proteste è stata sottoscritta al Ministero dello Sviluppo Economico l’intesa tra Federal Mogul , la Rsu e la Fiom Cgil di Brescia in rappresentanza dei lavoratori dello stabilimento di Desenzano. L’accordo raggiunto oggi dai lavoratori, dai delegati e dalla Fiom è il risultato di una vertenza e di una mobilitazione in atto da quasi tre anni.

L’intesa prevede :
• la reindustrializzazione del sito con posti di lavoro a tempo indeterminato per i lavoratori e le lavoratrici dello stabilimento;
• un importo economico, per tutti i lavoratori collocati in mobilità che non abbiano sottoscritto accordo transattivo, pari a un anno di Cigs ( 13.000 € ), un ulteriore incentivo per chi decide di avviare una attività in proprio pari a 5.000 € ;
• verifiche quadrimestrali presso il Ministero per monitorare il processo di reindustrializzazione .

La reindustrializzazione è attivata e coordinata dall’ agenzia “ INVITALIA” e Federal Mogul entro il 10 giugno 2011 concorderà con la stessa le intese operative necessarie.

Federal Mogul sin da subito ha definito :
• la messa a disposizione degli immobili necessari a prezzi più favorevoli di quelli di mercato;
• di condizionare la reindustrializzazione con la offerta prioritaria di posti di lavoro a tempo indeterminato per i lavoratori e le lavoratrici di Federal Mogul;
• di definire con INVITALIA, nel quadro di incentivi destinati alla reindustrializzazione, un ulteriore incentivo economico per ogni lavoratore di Federal Mogul rioccupato;

Si conclude dunque positivamente una stagione apertasi nel settembre 2009 in concomitanza con i licenziamenti in Federal Mogul, alla Mac, in Rothe Erde.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firmata l'intesa alla Federal Mogul, presidio sciolto dopo 20 mesi

BresciaToday è in caricamento