Vobarno: con il tfr i dipendenti vogliono comprare l'azienda fallita

Non si arrendono i dipendenti della Almici di Vorbano. L'azienda di trasporti è fallita alcuni mesi fa, ma 9 ex dipendenti hanno deciso di impiegare i risparmi di una vita per rilevare e far proseguire l'attività.

Da dipendenti a imprenditori, impiegando i risparmi di una vita per salvare il posto di lavoro e la propria azienda. È questa la lodevole e coraggiosa iniziativa di 9 ex dipendenti della ditta di trasporti Almici di Vobarno, che è fallita alcuni mesi fa.

Il curatore fallimentare aveva affidato il ramo trasporti dell'azienda alla New Bus Company, che si era offerta di rilevare l'attività per 1 milione di euro, ma non è stata in grado di onorare l'impegno preso.Così, a salvare la Almici ci pensano 9 dei suoi dipendenti, che il prossimo 12 maggio si presenteranno all'asta per la cessione dei due bus ancora di proprietà dell'azienda.

La loro intenzione – riportata dal Giornale di Brescia - è quella di costituire una cooperativa, aperta a tutti gli ex dipendenti, usando il tfr e le spettanze maturate negli anni di lavoro, con il sostegno economico del Fondo Sviluppo di Confcooperative e del Cfi (l’istituto di Cooperazione finanza impresa).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento