Economia Lumezzane

Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

Volti noti dell’imprenditoria bresciana, entrambi originari di Lumezzane: la provincia piange la scomparsa di Evaristo Bertoli e Giampietro Ghidini

La comunità di Lumezzane piange la scomparsa di due volti noti dell’imprenditoria locale (e italiana, e internazionale): gli imprenditori Evaristo Bertoli e Giampietro Ghidini, morti nello stesso giorno, entrambi lunedì 23 marzo. Bertoli aveva 76 anni: storico patron dell’altrettanto storico Abert Spa, fondata nel lontano 1929 dal capostipite Antonio.

L’azienda è nota in tutto il mondo per la produzione di posate, con impianti a Lumezzane e Passirano: Bertoli è stato anche presidente del Lumezzane Calcio negli anni ’90. Lo piangono il fratello Fiorenzo e la sorella Luisa, il figlio Giovanni e i suoi amati nipoti, la madre Melania, i cugini Sandro e Antonio.

Ghidini si è spento a 80 anni nella casa di famiglia. La sua famiglia in meno di 70 anni ha costruito un vero impero: le Trafilerie Ghidini, oltre alla Valgobbia, controllano aziende a Rodengo Saiano e Torbole Casaglia, a Nave e Ospitaletto, e poi centrali elettriche, aziende agricole in Toscana, grandi alberghi a Madonna di Campiglio e Santa Margherita Ligure, il Villa Cortine di Sirmione, Villa Fenaroli a Rezzato. Lo piangono la moglie Rosa e i figli Giacomo, Pieralberto e Irene.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

BresciaToday è in caricamento