rotate-mobile
Economia Provaglio d'Iseo

E' morto Ennio Franceschetti: guidava un impero da 134 milioni di euro

Si è spento a 80 anni mentre era in vacanza

E' morto a 80 anni Ennio Franceschetti, storico patron di Gefran, quartier generale a Provaglio d'Iseo: guidava un gruppo da oltre 660 dipendenti e più di 134 milioni di euro di fatturato. Classe 1942, avrebbe compiuto 81 anni il 5 settembre prossimo: è morto mentre si trovava a Nizza, per qualche giorno di vacanza. Di recente era stato ricoverato in ospedale: ancora portava i segni del terribile incidente in cui era rimasto coinvolto, nel luglio di quattro anni fa, dove perse la vita l'amata moglie Caterina Archetti.

La vita di Ennio Franceschetti

Ennio Franceschetti era il terzultimo di 11 figli di Natalina e Luigi Franceschetti. Da sempre appassionato di elettronica, si iscrive all'Itis Castelli di Brescia e nel 1963 consegue il diploma di perito industriale. Nel 1968 si sposa con Caterina, da cui avrà tre figli: Maria Chiara, Giovanna e Andrea. Nello stesso anno entra in società con il fratello Giacomo in Tem Elettronica: insieme a lui fonderà poco dopo la Piana Elettronica. Nel 1971 si costituisce la Gefran Elettronica, che negli anni a seguire diventerà Gefran spa, quotata in Borsa dal 1998 e dal 2001 nel segmento Star.

Marito, padre e imprenditore: la storia di Ennio Franceschetti, fa sapere il suo staff, "è una storia di visione e passione, di innovazione attraverso la ricerca della competenza, e soprattutto di coraggio". Una frase che amava ripetere spesso: "Se si hanno le persone giuste attorno, le cose si possono fare. Da soli non si va da nessuna parte". Non è ancora stata resa nota la data del funerale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Ennio Franceschetti: guidava un impero da 134 milioni di euro

BresciaToday è in caricamento