Economia Edolo

Fatture false per 2.500.000 di euro: imprenditori bresciani e camuni nei guai

La Guardia di Finanza di Edolo ha verificato l'emissione di fatture false per oltre 2 milioni e mezzo di euro: denunciate otto persone, cinque camuni e tre bresciani

Con tale escamotage l’imprenditore realizzava un duplice illecito profitto: da un lato, i costiper tali falsi noleggi venivano, contestualmente, “compensati” con falsi ricavi dovuti all’emissione di altre fittizie fatture a soggetti compiacenti e, dall’altro, i crediti IVA accumulati venivano utilizzati per “chiudere” i debiti tributari della società.

L’importo complessivo delle fatture false, emesse e annotate è di oltre 2,5 milioni di euro: è stata inoltre recuperata a tassazione un'Iva pari a circa mezzo milione di euro. In tutto sono otto le persone denunciate: cinque camuni e tre residenti in provincia di Brescia. Sono accusati di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti e di emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatture false per 2.500.000 di euro: imprenditori bresciani e camuni nei guai

BresciaToday è in caricamento