Edison, Loggia con Cds di A2A: «Migliorare intesa di marzo»

Il Comune di Brescia si schiera a fianco del consiglio di sorveglianza di A2A nella partita sul riassetto di Edison sposando la strada dell' "accordo di marzo" che prevedeva uno spacchettamento di Edipower

Il Comune di Brescia si schiera a fianco del consiglio di sorveglianza di A2A nella partita sul riassetto di Edison sposando la strada dell' "accordo di marzo" che prevedeva uno spacchettamento di Edipower e frenando sull'ipotesi del 'Lodo Zuccoli' che invece punta a mantenere la controllata di Foro Buonaparte in mani italiane. "La commissione partecipate del Comune di Brescia condivide la posizione del consiglio di sorveglianza che ha chiesto di riprendere la trattativa con Edf sulla base degli accordi di marzo, apportando alcuni miglioramenti" ha detto Aldo Rebecchi, presidente della commissione che ieri a porte chiuse ha ascoltato il sindaco di Brescia, Adriano Paroli, sul dossier Edison.

"Il sindaco - ha spiegato ancora Rebecchi - ha riferito che questa è la posizione che lui ha ed è condivisa anche da Milano (Comune che insieme a quello di Brescia controlla il 55% del capitale di A2A)". Rispetto a questa posizione, ha riferito Rebecchi, "in commissione nessuno ha sollevato obiezioni", neppure i rappresentanti della Lega, a livello nazionale molto attivi per difendere l'italianità di Edison. Giovedì i consigli di A2A si riuniranno per decidere la piattaforma su cui riavviare le trattative con Edf. E dovranno decidere se ripartire dagli accordi di marzo, da migliorare con un'opzione di vendita da concedere ai soci italiani di Edison, o invece sposare il 'Lodo Zuccoli', a cui sta lavorando, con l'appoggio del governo, il presidente del consiglio di gestione, Giuliano Zuccoli e su cui si alzerà il velo giovedì.

"L'unico piano che conosciamo è quello di marzo, del resto non si sa nulla né si conoscono gli effetti" ha detto Rebecchi. Certo è che Brescia (e secondo quanto riferito in commissione da Paroli, anche Milano) considerano "non praticabili ipotesi che aumentino lo sfinimento finanziario di A2A e contrastino con l'obiettivo di ridurne l'indebitamento".

(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento