Giovedì, 18 Luglio 2024
Economia

Le ricadute della guerra sulla siderurgia, Cs Metal Europe: "Corsa agli approvvigionamenti"

Effetti della guerra russo-ucraina sul settore siderurgico

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

"Stiamo registrando un incremento straordinario delle vendite del nostro acciaio speciale per il Die Casting e abbiamo la sensazione che sia un fenomeno anomalo, frutto della corsa all’approvvigionamento, per timore della ‘tempesta perfetta’ che la guerra russo- ucraina potrebbe scatenare anche nel nostro settore, causando scarsità di materia prima”.

Corrado Patriarchi, alla guida della bresciana Cs Metal Europe, distributore esclusivista dell’acciaio speciale della giapponese Hitachi per l’industria della pressocolata, interviene nel dibattito pubblico sulla crisi generale che il conflitto europeo sta suscitando.

“Oggi pagano il prezzo della crisi politica le aziende e i Paesi che hanno scelto le scorciatoie offerte dalla globalizzazione. Il Giappone invece ha saputo proteggere il proprio know how e la propria capacità produttiva. Così come non è mai venuto a patti sulla qualità. Per questo, la Cs Metal Europe, nelle attuali critiche circostanze, offre garanzie uniche. Il 26 Marzo arriverà dal Giappone nella nostra sede di Bedizzole un carico di 40 tonnellate di acciaio speciale per il Die Casting, altrettanto ne abbiamo avuto a Gennaio e ne aspettiamo in Agosto. La merce parte dallo stabilimento produttivo di Yasugy, nelle isole Oki, talvolta tocca un porto cinese, prima di arrivare nel Mediterraneo, altre passa da Malta poi viene sbarcato a Marghera. Da lì raggiunge Bedizzole su ruote. Tra l’altro, stiamo ristrutturando la nostra sede, per cui a breve il magazzino avrà una maggiore capacità produttiva. Già oggi Cx Metal Europe si avvale della più ampia struttura sul territorio nazionale con equipaggiamenti di alto livello”.

C’è poi il problema dei costi del trasporto e dell’energia. Precisa Patriarchi: ”Il metallo è indispensabile per le nostre economie e deve essere trasportato, elaborato... se ci sono aumenti del carburante e dell’energia, il rincaro, su un carico di decine di tonnellate, è significativo. Si parla di una stabilizzazione da Giugno in avanti. Ce lo auguriamo. Nel frattempo, noi lavoriamo per mantenere la fiducia dei nostri clienti. Il nostro acciaio non mente, come quella pasta fatta in Italia che però sparisce dagli scaffali se dall’estero non arriva più grano. La qualità dell’acciaio della nostra gamma Dy Speciality Steel, specifica per lavorazioni a caldo, è contrassegnata dal nostro sistema di etichettatura a garanzia della qualità originale, della rintracciabilità e della stabilità e durata nel tempo del materiale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ricadute della guerra sulla siderurgia, Cs Metal Europe: "Corsa agli approvvigionamenti"
BresciaToday è in caricamento