Martedì, 21 Settembre 2021
Economia Odolo

Cisl: "Riforma del lavoro troppo rigida. In Lombardia numerosi i casi critici"

Secondo una nota del sindacato, nella nostra regione le norme troppo rigide della riforma del governo Monti stanno creando "problemi per la tutela del reddito e dell'occupazione"

La riforma del mercato del Lavoro contiene norme "eccessivamente restrittive" che "stanno causando problemi per la tutela del reddito e dell'occupazione dei lavoratori di decine di aziende lombarde".

E' quanto denuncia la Fim-Cisl della Lombardia in una nota in cui sollecita un "intervento correttivo" da parte del ministero del Lavoro.

Tra i casi critici nella Regione, il segretario generale Nicola Alberta cita l'Eleca di Como con 145 dipendenti, l'Isotta Fraschini con 250 dipendenti, oltre ad altre aziende del comasco che totalizzano 450 dipendenti. A queste il sindacalista aggiunge la Rsi di Costamasnaga (Lecco) con 30 dipendenti, la Leali di Odolo, nella nostra provincia, con 60 dipendenti, e la Grecav di Gonzaga (Mantova) con 80 dipendenti.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisl: "Riforma del lavoro troppo rigida. In Lombardia numerosi i casi critici"

BresciaToday è in caricamento