Economia

Crisi edilizia: solo a Brescia 56.000 case invendute nel 2011

I dati sono stati presentati al Pirellone dall'assessore al Territorio della Regione, il leghista Daniele Belotti. Nello stesso anno, in Lombardia, 40 mila famiglie hanno subito una procedura di esecuzione di sfratto o di pignoramento

"Sono 84 mila i vani invenduti a Milano, 58 mila a Bergamo e 56 mila a Brescia". I dati sono stati divulgati oggi dall'assessore al Territorio della Regione Lombardia, il leghista Daniele Belotti, durante una conferenza stampa al Pirellone in cui è stata illustrata la mozione della Lega Nord sull'emergenza casa che sarà discussa domani in Consiglio regionale.

- Lombardia: a gennaio oltre 7.000 licenziamenti. Mai così male
- Calze e tessile in crisi: 2.000 posti a rischio e licenziamenti via fax
- Crisi: il tasso di disoccupazione «reale» tra i giovani sale al 38,7%


"Secondo la ricerca del Politecnico di Milano - ha aggiunto l'assessore - per il 2013 è previsto un incremento dei vani invenduti: 135 mila a Bergamo, 107 mila a Brescia e 85 mila a Milano". "Per questo - ha spiegato il capogruppo della Lega nord in Consiglio regionale, Stefano Galli - abbiamo deciso di presentare una mozione per il sostegno della casa in Lombardia."


"L'obiettivo è agevolare i cittadini lombardi all'acquisto della casa e sostenere il settore edilizio in forte crisi. Nel 2011 sono state 40 mila le famiglie che hanno subito una procedura di esecuzione di sfratto o pignoramento, e sono almeno 300 mila quelle che si trovano a rischio d'insolvenza e di pignoramenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi edilizia: solo a Brescia 56.000 case invendute nel 2011

BresciaToday è in caricamento