Mercoledì, 28 Luglio 2021
Economia

Reddito e disoccupazione: la crisi porta Brescia indietro nel tempo

In provincia di Brescia la crisi che si fa sentire: piccoli segni di ripresa, ma le imprese sono ferme ai livelli del 2007. Tutto intorno 130mila disoccupati, e 3000 giovani senza scuola né lavoro

La crisi è strutturale, cantava Gianfranco Manfredi. Un processo che periodicamente, e puntualmente, torna in un'economia capitalistica a causa di alcune sue contraddizioni difficilmente sanabili. E non ci dovrebbe più stupire, allora, di una regressione che dal 2008 ad oggi non si è ancora fermata.

Anche a Brescia i dati parlano chiaro: la provincia bresciana è tra le 20 peggiori in Italia, quelle che più hanno pagato lo scotto della crisi economica. Con il calo del reddito pro capite e del PIL provinciale, con la chiusura di fabbriche e aziende, con 130mila disoccupati in tutto il territorio.

E pure la questione giovanile, gli oltre 3000 ragazzi tra i 15 e i 29 anni che rientrano nell’amara categoria dei Neet, i senza scuola e senza lavoro. Consolano poco i dati più recenti sul numero delle imprese bresciane attive: quasi 109mila, in crescita di 600 unità e ma comunque si parla dei livelli del 2007. Comunque sia, un bel salto indietro nel tempo.

La crisi è perciò tutt’altro che finita, nonostante gli ultimi tre governi "non eletti" (Monti, Letta e Renzi) ci abbiano assicurato di vedere la luce in fondo al tunnel. Resta circoscritta grazie alla locomotiva cinese, che ci trascina con la sua crescita annua del 7.5%. Ma, se nulla cambierà, anche il Belpaese rischia di venire comprato dal dragone d'Oriente come è successo con la Grecia.

Intanto, ha già deciso di fare del lago di Garda un set per un reality da 100 milioni di telespettatori. Basta fare un giro a Sirmione, per vedere che i turisti con gli occhi a mandorla sono ormai diventati una folla tutt'altro che silenziosa, assieme a indiani e russi. Forse la ruota della storia ha ormai cambiato verso, e all'Italia non resta che attrezzarsi meglio per diventare la meta esotica delle nuove potenze mondiali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito e disoccupazione: la crisi porta Brescia indietro nel tempo

BresciaToday è in caricamento