Brescia: come formare i lavoratori all’uso sicuro del carrello elevatore

Dal 18 ottobre 2012 AiFOS terrà a Brescia e Montichiari un corso innovativo per formatori in grado di fornire gli strumenti necessari a una formazione di qualità dei lavoratori addetti all’uso dei carrelli elevatori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BresciaToday

Dal 18 ottobre si terrà un corso innovativo per formatori in grado di fornire gli strumenti necessari a una formazione di qualità dei lavoratori addetti all'uso dei carrelli elevatori. Il carrello elevatore è una delle più diffuse attrezzature nei luoghi di lavoro: può essere usata per sollevare, trasportare, accatastare, immagazzinare carichi di qualsiasi genere.

Per quanto apparentemente sicura, questa attrezzatura di lavoro è spesso causa di incidenti, ad esempio dovuti alla velocità eccessiva, alla sistemazione non adeguata del carico o all'utilizzo improprio del mezzo. Proprio per il continuo verificarsi di incidenti di lavoro correlati a questa attrezzatura, il carrello elevatore semovente con conducente a bordo è tra le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, con riferimento all'Accordo Stato-Regioni inerente le attrezzature di lavoro pubblicato il 22 febbraio 2012 e che entrerà in vigore il 12 marzo 2013.

In coerenza con i recenti accordi, previsti dal Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, AiFOS (Associazione Italiana Formatori della Sicurezza sul Lavoro) ha organizzato un nuovo corso specialistico per formatori, in collaborazione con l'azienda NACANCO di Montichiari. Rivolto a coloro che intendono accrescere le proprie competenze e acquisire gli strumenti necessari per formare i lavoratori che operano con i carrelli elevatori, il corso "FORMAZIONE FORMATORI delle attrezzature di lavoro - Il carrello elevatore" (Art. 73 D. Lgs. n. 81/08 - Accordo Stato Regioni del 22/02/2012) dura 24 ore ed è valido come 16 ore per aggiornamento RSPP e ASPP per tutti i macrosettori ATECO. Il corso, diviso in tre moduli di 8 ore ciascuno più una parte in e-learning, si propone di porre le basi per: - conoscere gli aspetti principali inerente la normativa riguardante le attrezzature di lavoro; - conoscere le attrezzature e i DPI idonei; - saper organizzare dei corsi di formazione sulle attrezzature di lavoro ai sensi dell'Accordo stato regioni 22 febbraio 2012; - saper distinguere ed individuare i contenuti di un modulo giuridico-normativo, tecnico e pratico; - saper utilizzare l'attrezzatura oggetto del corso e poter fornire ai lavoratori le indicazioni fondamentali".

Durante il corso sarà applicata una metodologia didattica innovativa chiamata active training, una metodologia che prevede una reale alternanza tra sapere trasmesso e sapere sperimentato. È prevista un'intensa partecipazione dei corsisti, con parti pratiche attive e coinvolgenti e momenti di riflessione comune sul lavoro svolto. Ricordiamo che il recente Accordo Stato-Regioni dà attuazione all'articolo 73 del Decreto legislativo 81/2008 che stabilisce gli obblighi di informazione, formazione e addestramento relativi alle attrezzature di lavoro. Per ogni attrezzatura di lavoro messa a disposizione i lavoratori incaricati devono ricevere una formazione e addestramento adeguati, in rapporto alle condizioni di impiego delle attrezzature e alle situazioni anormali prevedibili. E laddove le attrezzature richiedano per il loro impiego sicuro particolari conoscenze o responsabilità, il datore di lavoro deve riservarne l'uso ai lavoratori che abbiano ricevuto una specifica e adeguata informazione, formazione e addestramento.

Il modulo 1 del corso parte il 18 ottobre 2012 e si terrà presso la sede di AiFOS. Questo modulo, definito "generale", è valido per qualsiasi attrezzatura di lavoro e affronta i seguenti argomenti: chi sono i soggetti formatori e come avviene il rilascio degli attestati; quali sono i requisiti dei docenti; come avviene l'organizzazione dei corsi in base all' accordo 22 febbraio 2012; come si articola il percorso formativo; quali metodologie didattiche possono essere utili al formatore; qual è il percorso formativo valido; la modalità e-learning; la formazione pregressa; principi legislativi e direttiva macchine. Dopo il primo modulo sono previste attività formative in e-learning, dedicate alle caratteristiche del carrello elevatore e da svolgersi in autonomia dal 19 al 25 ottobre. Il modulo 2, è un modulo "teorico pratico" che si terrà il 26 ottobre 2012 presso l'azienda Nacanco.

Prevede sia una parte teorica che una parte esperienziale dedicata al carrello elevatore con riferimento a: tipologie e caratteristiche delle attrezzature; principali rischi; stabilità, equilibrio, bilanciamento dei carichi; manutenzione; utilizzo delle esercitazioni e dei filmati nella formazione delle attrezzature di lavoro; modalità di effettuazione della prova pratica; prova dell'attrezzatura. Infine il modulo 3, che si terrà il 13 novembre 2012 presso l'azienda Nacanco, prevede: approfondimento struttura e componenti del carrello elevatore; approfondimento parte pratica; rilascio kit formativo e spiegazione; esame finale; debrifing del corso; questionario di gradimento del corso. Al termine del corso verranno rilasciati ai partecipanti i seguenti materiali didattici: ‐ supporto didattico certificato su CD Rom del valore di € 400,00 + iva; ‐ materiale per le esercitazioni; - foto e filmati utili per l'erogazione delle elezioni in aula. Si ricorda che il corso è a numero chiuso. Il numero massimo previsto è di 12 partecipanti. Per informazioni e iscrizioni al corso: AiFOS, via Branze n. 45 - 25123 Brescia - tel. 030.6595031 - www.aifos.it - formarsi@aifos.it 08 ottobre 2012 Ufficio Stampa di AiFOS ufficiostampa@aifos.it https://www.aifos.it/

I più letti
Torna su
BresciaToday è in caricamento