Coronavirus e turismo: albergo bresciano perde 40 prenotazioni in un giorno

Primi effetti pratici (e negativi) del coronavirus sul turismo bresciano: prenotazioni annullate dal lago di Garda al Sebino

Quaranta prenotazioni annullate in un solo giorno all'Iseolago Hotel di Iseo: lo scrive il Giornale di Brescia. E' questo uno dei primi effetti pratici (e negativi) della psicosi da coronavirus per le strutture turistiche bresciane. Avevamo già anticipato le prime preoccupazioni, in particolare sul lago di Garda: ora l'effetto Covid19 potrebbe estendersi anche alle altre località del turismo nostrano.

Qualche segno meno sarà sicuramente inevitabile: lampante l'esempio delle terme di Sirmione, che a partire dal 24 febbraio e fino a “comunicazione contraria” ha disposto la chiusura dei siti Aquaria e Virgilio. Stessa cosa per i celebri musei sirmionesi come le Grotte di Catullo, o per i “cugini” di Desenzano e San Martino.

Prenotazioni annullate dal Garda al Sebino

Sul Garda si registrano numerose disdette, soprattutto da parte di turisti italiani, per i fine settimana che anticipano la primavera. Come riferiscono dal Consorzio Garda Lombardia in trasferta a Monaco di Baviera per la celebre fiera del turismo, resistono invece (almeno per ora) le prenotazioni per il periodo di Pasqua e la prossima estate. Prime (e sostanziose) disdette anche sul lago d'Iseo, dove sono diversi i turisti che avevano già prenotato per le prossime settimane. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appello della poesia gardesana

Arriva ancora dal Garda l'appello del poeta (e consigliere comunale) Igor Costanzo, che ai primi di febbraio ha scritto e pubblicato la poesia “Coronavirus”. “Sono certo che ne usciremo – spiega – e aggiungo allora un viva alla Lombardia e al lago di Garda: speriamo che anche questa bolla finisca presto, e che gli amici tedeschi, olandesi, austriaci e altri ancora vengano a trovarci quest'estate. Non c'è nulla da temere, tutto si risolverà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

  • Una frenata e poi lo schianto: padre di famiglia muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento