Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia

«Si fan pagare le pensioni senza toccare politica e patrimoni»

La Cisl di Brescia ha iniziato questa mattina la distribuzione nei luoghi di lavoro di un volantino che elenca le richieste di cambiamento alla manovra Finanziaria appena varata d'urgenza

La Cisl di Brescia ha iniziato questa mattina la distribuzione nei luoghi di lavoro di un volantino che elenca le richieste di cambiamento alla manovra Finanziaria appena varata d’urgenza. Secondo il documento, ancor più fondamentali visti gli interventi peggiorativi effettuati da Pdl e Lega nel vertice di lunedì su pensioni, contributo di solidarietà e mancanza di tagli al costo della politica.
“Ancora una volta si usa la scorciatoia delle pensioni senza intervenire sui costi della politica e i redditi elevati -accusa il segretario generale della Cisl Lombardia, Gigi Petteni - Le scelte del governo sono inaccettabili e per questo la Cisl lombarda giovedì manifesterà a Roma con un sit-in davanti al Senato. Non possiamo ammettere che una classe politica bollita e stordita possa colpire chi lavora da oltre 40 anni senza intervenire sui suoi privilegi e sulle grandi ricchezze. Andiamo a Roma per gridare ‘giù le mani dalle pensioni’ e per chiedere di modificare una manovra non credibile, frutto dei vergognosi balletti della politica”.

Critiche non mancano nemmeno a Roma, dove Raffele Bonanni, Segretario generale della Cisl, ha dichiarato: “La partita non può chiudersi così. Per salvare i giocatori di calcio e i redditi alti dal contributo di solidarietà, è sbagliato penalizzare chi ha riscattato con i propri soldi la laurea ed il servizio militare. Questo non va bene. Non è un'operazione equa. Noi riteniamo che sia più equo far pagare qualcosa in più a chi possiede di più e guadagna di più. La manovra non può non tener conto delle diverse condizioni sociali della popolazione del nostro paese. Siamo perfettamente consapevoli che bisogna stringere la cinghia e ridurre la spesa pubblica. Ma proprio per questo c'è bisogno di maggiore equità nei provvedimenti previsti. Non si può pensare di risparmiare quelli che guadagnano di più e colpire i lavoratori dipendenti. Il Governo deve ripensarci e la Cisl farà di tutto per farglielo capire".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Si fan pagare le pensioni senza toccare politica e patrimoni»

BresciaToday è in caricamento