Lunedì, 15 Luglio 2024
Economia Via Milano / Viale Italia, 31

Giù le serrande di bar ed edicola: la parola "fine" sul Freccia Rossa

Uno alla volta hanno chiuso 120 negozi

Sorto nel 2008 sulle macerie di un'ex acciaieria, all'inaugurazione si contavano addirittura 120 negozi. Uno alla volta hanno chiuso tutti, anche gli ultimi due che resistevano, il bar “Pausa Caffè” e l’edicola. Da una decina di giorni sul centro commerciale Freccia Rossa di Brescia è stata scritta la parola "fine". Una storia chiusa, o è possibile una rinascita? 

Il bar, secondo quanto riportato dal quotidiano Bresciaoggi, ha subito addirittura tre furti negli ultimi mesi, ed ha chiuso. L'edicola-tabaccheria invece si è spostata nel centro commerciale Nuova Flaminia, nei pressi del supermercato Coop. Negli ultimi mesi i due esercizi hanno lavorato seppur nel centro - soprattutto nel parcheggio sotterraneo - vi fossero senzatetto, spacciatori e sbandati. Tra questi, la triste vicenda di una donna incinta che viveva col compagno nel parcheggio

Cosa accadrà ora? A decidere le sorti del Freccia Rossa saranno - come scritto dal Bresciaoggi - il fondo Efesto di banca Finint, che ha rilevato il 49 per cento da Intesa, e Altea Spv, col 51%, che si avvale per l'operazione di cartolarizzazione di Prelios, gruppo di gestione del credito. Laura Castelletti in campagna elettorale aveva ipotizzati di trasferirvi una parte degli ambulatori del Civile, ma prima di tutto servirebbe un'importante intervento di ristrutturazione dell'immobile, oltre a una completa riorganizzazione degli spazi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giù le serrande di bar ed edicola: la parola "fine" sul Freccia Rossa
BresciaToday è in caricamento