Uno schiaffo alla crisi con le creazioni 'bijoux' di due mamme bresciane

La storia di due normalissime mamme che si danno da fare, in tempi di crisi sognando e realizzando attraverso la loro passione creativa, oggetti unici e molto belli

Cinzia e Francesca

Creatività, praticità, voglia di fare e un pizzico di fortuna (ingrediente che non deve mai mancare). Può sembra banale e retorico, ma sembrano essere  proprio questi i giusti componenti per avviare un'attività imprenditoriale al femminile, in tempi di crisi. 

Cinzia e Francesca sono amiche. Si conoscono da sempre, ma ad unirle, in tempi recenti, è stata la passione per i bijoux. Cinzia è laureata in economia, Francesca in legge. Entrambe facevano le mamme a tempo pieno. Finché un viaggio in Costa Azzurra non ha aperto loro nuove porte e prospettive, trasformando un hobby, quello per gli accessori, in un'attività imprenditoriale, anche se ancora part-time. 

Ora trascorrono buona parte delle giornate insieme, intrecciando il cuoio per dare vita a collane, braccialetti, magliette, occhiali, cavigliere e infradito senza suola da usare in barca o in spiaggia. Insomma, qualsiasi cosa sia vezzoso e unico, come suggerisce il nome  del marchio “Vezz”, depositato lo scorso settembre. Tutto è nato per gioco, come racconta Cinzia:

“Avevamo la stessa passione e abbiamo cominciato a produrre i primi oggetti per noi e per le nostre amiche. Poi,  lo scorso maggio, Francesca era in un bar a Saint Tropez, ai piedi indossava i Vezz colorati fatti da noi che hanno incuriosito la proprietaria del locale. L'interessamento è stato immediato, tanto che ha chiesto a Francesca di vederne degli altri e alla fine ha fatto un vero e proprio ordine.  Una commessa che per un'azienda può sembrare ridicola, ma che per noi ha significato passare giorni e notti a intrecciare. In quell'istante ci siamo accorte che il nostro hobby poteva trasformarsi in qualcosa di più e abbiamo implementato la produzione e l'attività, registrando il marchio.”

Tutti gli accessori sono fatti a mano e i materiali – cuoio e pietre dure – accuratamente ricercati e selezionati nelle fiere di settore. I ciondoli di bronzo, altro 'must' delle loro creazioni, arrivano invece da Arezzo.

L'attività è ancora in fase embrionale, ma non ci crediamo moltissimo – chiosa Cinzia – In tempi di crisi una scommessa come la nostra può sembrare un azzardo, ma noi siamo determinate. Non è un il semplice passatempo di due mamme che non hanno nulla da fare. Al contrario, sacrifichiamo tutto il nostro tempo libero per questa nuova  impresa!”

I loro accessori sono esposti al negozio Boudoir di Rovato e alla temporary window all’accademia bresciana di yoga Esse. Ma le creazioni di Cinzia e Francesca spopolano anche fuori dai confini provinciali e si possono ammirare al Nail’s Cafè di Milano e a Pietrasanta da “Le zie di Zoe”. Immancabile un catalogo online, sul sito www.vezzitaly.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si sente male in casa, sotto gli occhi della moglie: morto storico ristoratore

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento