Crisi: 31.650 licenziamenti in Lombardia nei primi 5 mesi dell'anno

Lo rivela un'analisi del Dipartimento politiche contrattuali della Cgil Lombardia sugli ultimi dati Inps. Il dato segna un più 25% rispetto allo stesso periodo del 2011. Crescono anche le ore di cassa integrazione: tra gennaio e maggio sono in tutto 101.118.313

Il 2012 si conferma come un anno di crisi. Gli ultimi dati Inps elaborati dal Dipartimento politiche contrattuali della Cgil Lombardia segnalano la crescita della cassa integrazione ordinaria e in deroga e la diminuzione della cassa integrazione straordinaria. In totale, le ore autorizzate sono state in tutto 101.118.313, il 2% in più sui primi 5 mesi del 2011.

In crescita anche i licenziamenti che, rifacendosi ai dati sulle indennità di mobilità e di disoccupazione, tra gennaio e maggio sono stati in tutto 31.650, pari a un più 25,88% rispetto allo stesso periodo all'anno precedente.

- Sciopero annulato: la Cgil Brescia contro il Direttivo Nazionale

I dati, davvero drammatici, testimoniano di come in molte realtà la cassa integrazione non sia in grado di contenere l'occupazione o di evitare la chiusura delle aziende, ma sia invece solo un palliativo momentaneo prima della serrata definitiva.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Economia bresciana in lutto: è morto l'imprenditore Giuliano Gnutti

  • Coronavirus, nel Bresciano quasi 7000 casi e oltre 1000 decessi

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 1 aprile 2020

Torna su
BresciaToday è in caricamento