Azienda chiusa, la cassa integrazione che sta per finire: il grido disperato di 72 operai

A febbraio scade la cassa integrazione da 650 euro al mese: sono 72 gli operai (soprattutto donne) rimaste a casa dopo la chiusura della Nk di Ceto, nel dicembre di due anni fa

Fonte: TBnews

Sono passati ormai quasi due anni da quel freddo dicembre in cui la voce divenne notizia, e poi conferma: la fabbrica chiude. Non una fabbrica qualunque: la Nieggler&Kupfer di Nadro (frazione di Ceto, in Valcamonica) nota anche come Nk e che anche allora occupava circa una settantina di lavoratori. Aperta addirittura dagli anni '50, ma con un'amarissima conclusione: tutti a casa.

Sono passati due anni, ma non passa la voglia di crederci ancora: anche se i 72 operai, in maggioranza donne, lamentano di essere stati "abbandonati e dimenticati". Da tutti, dicono: non solo dall'azienda, ma anche dalle istituzioni. E' con questo spirito che martedì pomeriggio è stato organizzato un presidio di protesta.

Spontaneo ma organizzato, nel senso che tra quelli (e quelle) rimasti a casa ce n'erano tanti. Il tempo stringe, purtroppo: la cassa integrazione (da 650 euro al mese) si avvicina alla sua naturale conclusione. La data è già fissata: il termine sarà nel febbraio del prossimo anno. Pochi mesi, insomma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento