Crisi nera in azienda, perdite per 11 milioni di euro: 55 dipendenti a rischio

Concordato preventivo per la Alsafil di Castiglione delle Stiviere: crisi nera per l'azienda che oggi occupa ancora 55 dipendenti. Nel 2015 perdite per 11 milioni e mezzo di euro

Azienda tessile (foto d’archivio)

Nubi sempre più oscure sul futuro dei lavoratori della Alsafil di Castiglione delle Stiviere, azienda che da 20 anni opera nel settore della produzione e trasformazione di filati. Solo pochi giorni fa è stata depositata e dunque ufficializzata la domanda di ammissione alla procedura di concordato preventivo.

Ne sono successe tante, negli ultimi mesi. Ad oggi vi lavorano 55 dipendenti: per loro scatterà a breve la cassa integrazione. Per il momento a rotazione, domani si vedrà. I primi esuberi già ci sono stati: una decina di lavoratori ha lasciato l'azienda in mobilità volontaria.

La crisi della Alsafil è nera, nerissima. L'azienda apre i battenti nel 1998, ancora negli anni del “boom”. La crescita non manca, in pochi anni la società si guadagna la leadership in Europa nella fornitura di filati per la calzetteria, per la tessitura, il seamless, la maglieria e l'arredamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento